Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.200,44
    -17,18 (-0,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Terna, accordo con Polizia di Stato su sicurezza rete elettrica

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 nov. (askanews) - Il capo della Polizia, Lamberto Giannini, e l'amministratore Delegato di Terna, Stefano Donnarumma hanno firmato oggi, presso la sede del ministero dell'Interno, un nuovo accordo finalizzato a sviluppare e rafforzare le sinergie in essere fra il gestore della rete di trasmissione nazionale e la Polizia di Stato, per garantire la massima sicurezza delle infrastrutture elettriche su tutto il territorio italiano. Secondo quanto riporta un comunicato, alla firma erano presenti alla firma il direttore centrale anticrimine della polizia di Stato, Francesco Messina, e il Direttore del Servizio controllo del territorio, Vincenzo Nicolì.

L'accordo odierno si inserisce nell'ambito del Protocollo d'Intesa fra Terna e il Ministero dell'Interno che ha l'obiettivo della salvaguardia fisica di stazioni e linee elettriche, infrastrutture sempre più strategiche per le quali è fondamentale assicurare la continuità di esercizio.

"La Polizia di Stato da molti anni dedica un'attenzione particolare alla salvaguardia delle infrastrutture critiche e in tale contesto la protezione delle reti energetiche, grazie al nuovo accordo firmato oggi, riveste un'importanza ancora più strategica, anche in relazione all'attuale scenario internazionale", ha rilevato il prefetto Giannini.

Secondo Donnarumma "la protezione di 75.000 chilometri di elettrodotti e 900 stazioni elettriche su tutto il territorio italiano è un'attività che per noi ha la massima priorità e che svolgiamo con grande impegno. L'accordo siglato oggi rappresenta una evoluzione della collaborazione con la Polizia di Stato. Grazie a questa intesa - ha aggiunto - mettiamo a disposizione della Polizia di Stato sistemi di protezione tecnologicamente avanzati e, cosa ancora più importante, condividiamo competenze e know how per rendere sempre più sicure e affidabili le infrastrutture gestite da Terna".

In dettaglio, secondo l'accordo, Terna si impegna a sviluppare il collegamento telematico con la Polizia di Stato per il controllo, in diretta, dei siti sorvegliati, facilitando lo scambio di informazioni e immagini fra il Security Operations Center (SOC) del gestore della rete di trasmissione e le Questure territorialmente competenti. A ciò si aggiunge l'impegno a fornire alle strutture territoriali della Polizia, coinvolte nella vigilanza di siti sensibili dell'infrastruttura elettrica, oltre 300 dispositivi tecnologici per gestire in modo tempestivo l'invio di segnalazioni geolocalizzate di eventuali tentativi di intrusione, rendendo più rapido l'intervento da parte degli operatori di Polizia.

Con questa intesa, prosegue il comunicato, Terna e Polizia di Stato si impegnano a svolgere un'attività congiunta di formazione, di condivisione di competenze e know how sulle procedure di intervento da porre in atto, nonché di analisi sui sistemi e sulle tecnologie informatiche e telematiche adottate, per prevenire, gestire e contrastare ogni forma di illecito relativo all'infrastruttura gestita da Terna.