Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1867
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    32.087,94
    -838,04 (-2,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    928,75
    -14,69 (-1,56%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     

Terna, con piano di sviluppo 2021 -5,6 mln tonnellate l'anno di Co2

·2 minuto per la lettura

Secondo le stime di Terna, gli interventi programmati nell’arco di Piano di sviluppo decennale permetteranno di ridurre le emissioni in atmosfera di CO2 per 5,6 milioni di tonnellate annue (quasi il doppio rispetto al Piano precedente) e consentiranno di demolire 4.600 km di infrastrutture obsolete (circa 800 km in più rispetto al Piano precedente). E' quanto emerge dal piano di sviluppo 2021 che è stato illustrato oggi dall'ad di Terna, Stefano Donnarumma.

Nel Piano di Sviluppo 2021 Terna ha programmato una nuova linea di collegamento tra l’Italia e la Svizzera da 1000 mw di potenza, la cui realizzazione è legata al progetto di razionalizzazione della rete in alta tensione di Valtellina e Valchiavenna (in provincia di Sondrio) che porterà alla demolizione di quasi 500 km di elettrodotti esistenti e all’interramento di linee aeree. Per questo importante intervento Terna ha pianificato un investimento di oltre 1,2 miliardi di euro. E' quanto emerge dal nuovo piano di Sviluppo 2021 di Terna che è stato illustrato oggi dall'ad Stefano Donnarumma.

Nel piano di Sviluppo 2021 di Terna c'è anche un riassetto nelle principali aree metropolitane e i collegamenti con le isole. Un importante piano di riassetto delle infrastrutture, si legge nel piano, riguarderà anche le principali aree metropolitane del Paese (tra cui Catania, Genova, Reggio Emilia e Roma) e lo sviluppo delle reti nelle isole attualmente non interconnesse con l’Italia peninsulare, per renderne più efficiente e affidabile il servizio elettrico locale. In particolare, nel Piano di Sviluppo 2021 figurano anche due nuovi cavi sottomarini: uno collegherà l’Isola del Giglio con la Toscana, l’altro unirà l’Isola di Favignana con la Sicilia. A queste, si aggiunge l’elettrodotto sottomarino tra l’Isola d’Elba e la terraferma. L’infrastruttura da 90 milioni di euro, lunga 37 km e completamente ‘invisibile’, contribuirà a migliorare la qualità del servizio elettrico locale, garantendo importanti benefici in termini di sicurezza, affidabilità e sostenibilità dell’isola, caratterizzata da elevati consumi elettrici nel periodo estivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli