Italia markets close in 6 hours 58 minutes

Terna, intesa con Veneto per sistemi monitoraggio sicurezza rete

Rbr

Roma, 18 feb. (askanews) - Protocollo d'intesa tra Terna e la regione Veneto per l'avvio di una sperimentazione relativa all'utilizzo della rete elettrica regionale ai fini del monitoraggio ambientale del territorio. A firmare l'intesa sono stati il governatore della regione del Veneto, Luca Zaia, e l'amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris.

Terna ha sviluppato e installato per la prima volta in Veneto un sistema integrato che, attraverso l'utilizzo di sensoristica avanzata posta sulle proprie reti, consente la raccolta e l'analisi real-time di informazioni utili alla maggiore sicurezza e flessibilità del sistema elettrico regionale.

"L'utilizzo delle IoT Box, grazie alla capillare diffusione delle infrastrutture elettriche sul territorio - spiega una nota - permette di aumentare in maniera significativa la capacità di osservazione dello stato della rete elettrica e di garantire efficienza nella gestione e maggiore tempestività di intervento in caso di necessità. Attualmente, sono circa 500 i dispositivi di monitoraggio e raccolta dei dati installati da Terna sulle proprie infrastrutture regionali, che prevalentemente ricadono nei territori delle province di Belluno, Verona e Vicenza".

"L'accordo siglato oggi con la Regione del Veneto - ha dichiarato l'amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris - rappresenta una ulteriore occasione per aumentare la sicurezza e la sostenibilità della rete elettrica regionale. La transizione energetica in atto impone nuove sfide e rende la gestione della rete sempre più complessa e articolata; mettere tali sistemi innovativi a fattore comune con le istituzioni che operano a tutela del territorio, significa creare una nuova consapevolezza tecnologica con enormi vantaggi per il sistema elettrico e le comunità locali".

Per il presidente della Regione, Zaia "potenziare i sistemi di monitoraggio ambientale a tutela della sicurezza è sempre stata una nostra priorità, e lo è ancora più dopo Vaia in questo caso, grazie all'accordo con Terna, saranno raccolti e messi a disposizione delle strutture regionali, Protezione Civile in primis, dati, aggiornati in tempo reale e integrati, indispensabili a pianificare interventi, soprattutto in caso di emergenze di particolare impatto. Il progetto rappresenta un'esperienza nuova e importante per la Regione, in uno dei campi di maggiore sviluppo nell'innovazione: Internet of Things, contesto tecnologico, che permette di raccogliere, elaborare e rendere utilizzabili milioni di dati".