Italia markets open in 4 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    33.823,45
    -210,22 (-0,62%)
     
  • Nasdaq

    14.161,35
    +121,67 (+0,87%)
     
  • Nikkei 225

    29.109,49
    +91,16 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1919
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    31.498,80
    -1.319,17 (-4,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    933,60
    -36,27 (-3,74%)
     
  • HANG SENG

    28.736,32
    +177,73 (+0,62%)
     
  • S&P 500

    4.221,86
    -1,84 (-0,04%)
     

Terna: lancia bond 10 anni per 500 mln, richieste 3 volte offerta

·1 minuto per la lettura

Milano, 18 set. (askanews) - Terna ha lanciato con successo un'emissione obbligazionaria per 500 milioni destinata a investitori istituzionali. L'emissione ha ottenuto grande favore da parte del mercato con una richiesta di oltre tre volte l'offerta. Il bond ha una durata pari a 10 anni, pagherà una cedola pari a 0,375%, la più bassa di sempre per un'obbligazione di una corporate italiana con questa durata. Il bond sarà emesso a un prezzo pari a 99,502, con uno spread di 65 punti base rispetto al midswap e uno spread indicativo più basso di circa 50 bps rispetto al Btp di pari durata. Il costo effettivo per Terna dell'emissione risulta, quindi, pari a 0,426% rispetto a un costo medio complessivo del debito netto consolidato di piano pari all'1,4%. L'operazione, a servizio dell'accelerazione degli investimenti sulla rete elettrica ad alta tensione italiana, rientra nella strategia finanziaria di Terna, finalizzata alla massima efficienza e a una gestione proattiva dell'indebitamento volta a cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato dei capitali. L'emissione obbligazionaria è stata collocata da un sindacato di banche composto da Bnp Paribas, BofA, Goldman Sachs, Imi-Intesa Sanpaolo, Morgan Stanley, Smbc Nikko, Société Générale e UniCredit nel ruolo di joint lead managers e joint bookrunners.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli