Italia Markets closed

Terna in primi 9 mesi ricavi +3,8% a 1665 mln; utile +2% a 552 mln -3-

BOL

Roma, 13 nov. (askanews) - In considerazione della situazione economica, patrimoniale e finanziaria di Terna S.p.A. del primo semestre 2019 e delle informazioni in merito alle prospettive economiche e alla prevedibile evoluzione della gestione per l'esercizio in corso, il Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A, avendo ottenuto in data odierna il parere della società di revisione PricewaterhouseCoopers (PwC) previsto dall'art. 2433-bis del codice civile, ha deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo ordinario dell'esercizio 2019 pari a 8,42 centesimi di euro per azione, in coerenza con gli indirizzi del Piano Strategico 2019-2023. L'acconto sul dividendo, al lordo delle eventuali ritenute di legge, verrà posto in pagamento a decorrere dal 20 novembre 2019 (record date ex art.83-terdecies del Decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 cd "TUF": 19 novembre 2019), previo stacco in data 18 novembre 2019 della cedola n. 31.

Terna sarà impegnata nella realizzazione di quanto previsto nel Piano Strategico 2019-2023 imprimendo una forte accelerazione alle attività di investimento con il focus sullo sviluppo della rete di trasmissione nazionale per favorire l'integrazione delle fonti rinnovabili, migliorare la sicurezza del sistema e, al tempo stesso, accelerare il rinnovo degli asset con l'obiettivo di mitigare i rischi di interruzioni di servizio, supportare la manutenzione mediante il ricorso a tecnologie di digitalizzazione della rete e aumentare la sostenibilità ambientale.

Terna continuerà il rafforzamento degli investimenti in innovazione e soluzioni digitali per gestire l'incremento della complessità del sistema, nonché lo sviluppo e insourcing di competenze strategiche e il rafforzamento delle strutture al fine di realizzare il piano di investimenti previsto.

Proseguirà, inoltre, l'impegno dell'Azienda nel coinvolgimento degli stakeholder territoriali e nel rispetto dei principi di integrità, responsabilità e trasparenza, su cui da sempre si basa la gestione del business dell'Azienda, al fine di garantire la minimizzazione dell'impatto ambientale e il rispetto degli ESG.

Con riferimento al Regolato Italia, tra le principali infrastrutture elettriche in corso di realizzazione, figura l'interconnessione con il Montenegro, la cui entrata in esercizio è prevista entro la fine del 2019. Inoltre, relativamente agli interventi di razionalizzazione delle reti elettriche nelle principali aree metropolitane, si prevede l'entrata in esercizio di importanti collegamenti nelle città di Firenze, Genova e Milano.

Con riferimento al Non Regolato, in continuità con gli anni scorsi, il Gruppo sarà orientato al supporto della transizione energetica grazie allo sviluppo di servizi innovativi. Nello specifico, Terna consoliderà il suo ruolo di Energy Solution Provider, fornendo servizi ad alto valore aggiunto per le imprese e cogliendo le opportunità di mercato. Anche nel settore delle TLC verranno perseguite opportunità in ambito connectivity basate sulla valorizzazione delle proprie infrastrutture in fibra spenta.

Per quanto riguarda l'Internazionale, le attività del Gruppo saranno focalizzate sulla gestione e manutenzione delle linee brasiliane entrate in esercizio tra la fine del 2018 e il primo semestre 2019 (rispettivamente Santa Maria Transmissora de Energia e Santa Lucia Transmissora de Energia) e sulla realizzazione dei progetti esistenti in Uruguay e Perù, per i quali l'esecuzione procede nei tempi previsti sfruttando le competenze distintive del Gruppo.