Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.751,23
    +840,59 (+1,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Terna pronta a demolire fondazioni tralicci elettrodotto Dolo-Camin

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 apr. (askanews) - È "imminente" l'avvio dei lavori per la demolizione delle fondazioni dei tralicci della linea aerea a 380 kilovolt Dolo-Camin. Lo comunica Terna, sottolineando che il nuovo progetto in cavo interrato, "esito del protocollo d'intesa firmato da Terna con la Regione Veneto nel gennaio 2019, rende non più necessarie" le fondazioni dei tralicci.

I lavori di rimozione dei basamenti, spiega la società, "prenderanno il via entro la metà di maggio e interesseranno 24 siti: nove nel comune di Dolo, quattro a Vigonovo, 10 a Saonara e uno a Padova".

Le attività di rimozione "sono state precedute da un intenso dialogo tra Terna e il Genio Civile di Venezia per definire le migliori modalità di demolizione delle fondazioni dei tralicci, collocati all'interno delle aree demaniali nelle vicinanze dell'idrovia Padova-mare".

A questa fase di confronto sul progetto di demolizione dei manufatti "sono seguite le comunicazioni tecniche ai Comuni interessati dalle opere. I cantieri avranno una durata prevista di 15 settimane e come obiettivo il ripristino dello stato dei luoghi come ante operam".