Italia Markets open in 4 hrs 41 mins
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.581,98
    +416,39 (+1,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1909
    +0,0013 (+0,1072%)
     
  • BTC-EUR

    15.938,35
    -88,62 (-0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    376,27
    +6,52 (+1,76%)
     
  • HANG SENG

    26.934,70
    +346,50 (+1,30%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Terna, "Tyrrhenian link va avanti, progetto strategico"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il progetto Tyrrhenian Link "è un progetto strategico" che "va avanti": "le discussioni con le autorità locali sono a buon punto". Ad affermarlo è l'ad di Terna, Stefanno Donnarumma nel corso della presentazione del piano 2021 - 25 alla comunità finanziaria in merito al progetto di interconnessione tra Campania, Sicilia e Sardegna. "E' un progetto molto importante per la sicurezza della rete", aggiunge.

Lo sviluppo del progetto Tyrrhenian Link, spiega successivamente Donnarumma nel corso di una conferenza stampa, "non è solamente concentrato alla fine di questo perimetro di piano. L'1,8 miliardi di euro circa di investimento si sviluppa poi su 4 anni: il primo anno, il 2022, prevede poco più di 200 milioni, il secondo anno, il 2023 con quasi 300 mln e dopodiché ci sono il quarto e il quinto anno del piano che vedono 600 milioni e quasi 750 milioni di euro".

L'ad di Terna non vede "lo sviluppo del progetto a rischio anche con la normativa vigente". Anche se auspica per altri progetti un iter più semplice: "un iter più semplificato farebbe bene, ma probabilmente non solo per Terna, ma per molti altri progetti anche nostri ma per altre infrastrutture".

Comunque, aggiunge Donnarumma, "dovessero arrivare qualche ritardo questo impatterebbe sulla fase finale del piano e potrebbe. Se ci fosse uno slittamento di 1 anno, che potrebbe ammontare in quel caso dai 500 milioni di euro a 1 miliardo di euro, abbiamo nello 'zainetto' la possibilità di sostituire con altri progetti che abbiamo già identificato ma che non abbiamo messo nel piano".