Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.398,72
    -1.178,48 (-6,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0015 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0003
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Tesla, ex dipendenti fanno causa per "licenziamento di massa"

Il miliardario Elon Musk

(Reuters) - Ex dipendenti di Tesla hanno intentato una causa contro il produttore statunitense di auto elettriche, sostenendo che la decisione di procedere con un "licenziamento di massa" ha violato la legge federale, poiché la società non ha comunicato in anticipo i tagli ai posti di lavoro.

La causa è stata presentata domenica in Texas da due lavoratori che hanno detto di essere stati licenziati a giugno dall'impianto gigafactory di Tesla a Sparks, in Nevada.

Secondo la causa, più di 500 dipendenti sono stati licenziati dallo stabilimento in Nevada.

I lavoratori sostengono che l'azienda non ha rispettato le leggi federali sui licenziamenti di massa, che richiedono un periodo di notifica di 60 giorni ai sensi del Worker Adjustment and Retraining Notification Act.

La richiesta è di ottenere lo status di 'class action' per tutti gli ex dipendenti Tesla negli Stati Uniti che sono stati licenziati a maggio o giugno senza preavviso.

"Tesla ha semplicemente comunicato ai dipendenti che i loro licenziamenti avrebbero avuto effetto immediato", si legge nella denuncia.

Tesla, che non ha commentato il numero dei licenziamenti, non ha immediatamente risposto a richieste di commento sulla causa.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli