Italia markets close in 1 hour 24 minutes
  • FTSE MIB

    24.487,42
    -231,39 (-0,94%)
     
  • Dow Jones

    34.190,32
    -156,71 (-0,46%)
     
  • Nasdaq

    11.188,57
    -37,79 (-0,34%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    75,14
    -1,14 (-1,49%)
     
  • BTC-EUR

    15.564,37
    -404,33 (-2,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    380,12
    -0,18 (-0,05%)
     
  • Oro

    1.746,90
    -7,10 (-0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,0433
    +0,0028 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.002,81
    -23,31 (-0,58%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.940,32
    -22,09 (-0,56%)
     
  • EUR/GBP

    0,8653
    +0,0057 (+0,67%)
     
  • EUR/CHF

    0,9844
    +0,0007 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4022
    +0,0117 (+0,84%)
     

Tetto al contante e cancellazione cartelle, le novità

(Adnkronos) - Torna a salire il tetto al contante, come inizialmente previsto dal dl aiuti quater, con un ritocco al rialzo poi rimasto fuori dal provvedimento. "Dal 1° gennaio 2023 la soglia per l’uso del contante salirà da 1.000 a 5.000 euro", si legge nella nota diffusa dal Mef al termine del Consiglio dei ministri.

La manovra approvata prevede inoltre un intervento di “tregua fiscale” per cittadini e imprese che in questi ultimi anni si sono trovati in difficoltà economica anche a causa delle conseguenze del Covid e dell’impennata dei costi energetici. Intervento che prevede la cancellazione delle cartelle fino al 2015 che hanno un importo inferiore a 1.000 euro, la rateizzazione dei pagamenti fiscali non effettuati nel 2022 senza aggravio di sanzioni e interessi per chi a causa dell’emergenza Covid, caro bollette e difficoltà economiche non ha versato le tasse. E' prevista una mini sanzione del 5% sui debiti del biennio 2019-2020. La rateizzazione è fino a 5 anni.