Italia markets close in 7 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    24.601,55
    -89,91 (-0,36%)
     
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • Petrolio

    64,04
    +0,66 (+1,04%)
     
  • BTC-EUR

    45.163,20
    -2.661,12 (-5,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.225,67
    -73,28 (-5,64%)
     
  • Oro

    1.771,60
    +1,00 (+0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,2069
    +0,0028 (+0,23%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     
  • HANG SENG

    29.135,49
    +29,34 (+0,10%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.007,25
    -12,66 (-0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8627
    +0,0023 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,1041
    +0,0033 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,5072
    -0,0009 (-0,06%)
     

TIM accelera in Borsa: articoli di stampa costruttivi su progetto rete unica (analisti)

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

In territorio positivo il titolo Telecom che al momento segna sul Ftse Mib +1,24% a 0,44 euro. Nessun commento ufficiale e poche indiscrezioni arrivano sui contenuti dell’incontro di ieri tra i ministri Franco, Giorgetti e Colao in merito alla rete unica, ma i toni dei vari articoli di stampa ci sembrano costruttivi. Come ricorda Equita Sim, Repubblica in particolare riporta un articolo che sembra avallare il progetto rete unica, in quanto parla dell’intenzione del governo di assegnare a un unico soggetto (la rete unica) il compito di accelerare la cablatura del Paese, con un quadro regolatorio che offra garanzie sui tempi di realizzazione (prevedendo sanzioni in caso di mancato rispetto delle tempistiche) e senza preclusione sul tema della proprietà privata dell’asset, prevedendo per CDP una governance forte ma non necessariamente il controllo. L’articolo non riporta fonti dirette ma sembra ricalcare il progetto di rete unica discusso tra CDP e TIM questa estate. Se confermato, continuano dalla Sim, sarebbe quindi un segnale che il governo intende muoversi rapidamente su quel percorso. Il Sole sottolinea analogamente la priorità del governo di accelerare sulla cablatura del Paese e riporta un’indicazione di 2 bn di sinergie attivabili dalla rete unica ma solo se la combinazione sarà realizzata entro 12-18 mesi. Il quotidiano inoltre segnala anche la pressione del governo su CDP per risolvere il tema della governance con Macquarie, che ha tutto l’interesse di chiudere in tempi brevi (anche per un 9% di costo aggiuntivo in caso di ritardo oltre il 30 giugno).