Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.874,40
    +113,35 (+0,34%)
     
  • Nasdaq

    13.102,09
    +54,91 (+0,42%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,74
    -3,35 (-3,64%)
     
  • BTC-EUR

    23.836,00
    -423,82 (-1,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    576,42
    -14,34 (-2,43%)
     
  • Oro

    1.795,50
    -20,00 (-1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,0179
    -0,0078 (-0,76%)
     
  • S&P 500

    4.289,82
    +9,67 (+0,23%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8428
    -0,0028 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    0,9619
    -0,0036 (-0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,3121
    +0,0020 (+0,15%)
     

Tim, verso via libera Tesoro a garanzia Sace su finanziamento 2 mld euro - fonti

Il logo Telecom Italia a Roma

ROMA (Reuters) - Il ministero dell'Economia e' in procinto di approvare una garanzia pubblica su un finanziamento bancario di circa 2 miliardi a favore di Telecom Italia (Tim), secondo tre fonti vicine al dossier.

In origine Tim aveva concordato con il pool di banche erogatrici una linea di credito fino a 3 miliardi, ma l'importo finale si e' attestato a 2 miliardi.

La societa' non ha commentato.

Le fonti riferiscono che la firma del decreto necessario a concedere la garanzia da parte del ministro dell'Economia Daniele Franco e' prevista in settimana.

La garanzia sara' materialmente offerta da Sace nell'ambito del quadro temporaneo sugli aiuti di stato introdotto dalle autorita' europee a seguito della pandemia e in procinto di scadere a fine mese.

Le banche coinvolte nell'operazione sono UniCredit, Santander, Credit Agricole e Bnp Paribas.

(Giuseppe Fonte e Valentina Za, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli