Italia markets closed

Titoli azionari europei: focus sul Parlamento britannico e sulla fiducia dei consumatori EUR

Bob Mason

Calendario economico:

Venerdì 20 dicembre 2019

  • GfK Consumer Climate Tedesco (Gen)
  • Spesa consumatori francese (MoM) (Nov)
  • Fiducia dei consumatori Eurozona (Dic) Prelim

Titoli principali

Giovedì è stato un giorno misto per le major europee, con CAC40 ed EuroStoxx600 in rialzo rispettivamente dello 0,21% e 0,05%, mentre il DAX30 è diminuito dello 0,08%.

Sul fronte del rischio geopolitico, ci sono state poche reazioni all’impeachment del presidente americano Trump. La Camera dei rappresentanti, controllata dai democratici, ha votato per impeachment per abuso di potere e ostruzione.

Il sentimento negativo nei confronti della Brexit, tuttavia, è persistito, poiché la regina ha pronunciato il tradizionale discorso della regina dopo la vittoria elettorale generale di Johnson.

Le Statistiche

Giovedì è stata una giornata particolarmente tranquilla nel calendario economico dell’Eurozona. Non c’erano statistiche materiali che fornissero alle major la direzione, lasciando che la geopolitica e i dati statunitensi influenzassero il giorno.

Dagli Stati Uniti

I dati economici includevano il PMI manifatturiero della FED di Philly e cifre settimanali sui sinistri senza lavoro.

Le statistiche sono state inclinate al negativo, limitando qualsiasi grande breakout, con il Philly FED Manufacturing Index che è sceso dal 10,4 al 3,0 a dicembre. Anche i dati sulle richieste di indennità di disoccupazione settimanali sono stati negativi, con richieste iniziali di disoccupazione che sono passate da 225 a 234 mila.

Tuttavia, i dati sulle vendite di case esistenti a novembre hanno avuto un impatto moderato.

I Market Movers

Per il DAX: è stato un giorno ribassista per il settore automobilistico. Continental e Volkswagen hanno aperto la strada, con perdite dell’1,90% e dell’1,48%. BMW e Daimler hanno registrato perdite più modeste rispettivamente dell’1,39% e dello 0,97%.

Il settore era sotto pressione a seguito delle notizie di BMW e Daimler che annunciavano piani per ritirarsi dal mercato nordamericano.

È stata una giornata rialzista per le banche, tuttavia. Commerzbank è cresciuto dello 0,25%, con Deutsche Bank in rialzo dell’1,49%.

Dal CAC, è stata una giornata mista per le banche. BNP Paribas e Soc Gen sono aumentati rispettivamente dello 0,06% e dello 0,24%. Il Credit Agricole ha in controtendenza, in calo dello 0,68%.

È stato ribassista per il settore automobilistico francese, con Peugeot e Renault in calo rispettivamente dello 0,67% e dell’1,15%.

Sull’indice VIX

Il VIX ha chiuso un breve periodo di 2 giorni consecutivi nel green giovedì, dopo essere sceso dello 0,64% nella giornata.

Invertendo parzialmente un guadagno del 2,36% da mercoledì, il VIX ha chiuso la giornata a $ 12,4.

Il rovescio della medaglia è arrivato nonostante l’impeachment di Trump, poiché le major statunitensi hanno anche eliminato le deludenti richieste settimanali di disoccupazione e i numeri di Philly FED Manufacturing.

Nonostante i numeri deboli, una ripresa dell’attività del settore dei servizi alla fine dell’anno e le condizioni positive del mercato del lavoro hanno rafforzato la visione positiva dell’economia. Ciò ha in definitiva compensato gli effetti di numeri negativi nel settore manifatturiero.

Le aperture di posti di lavoro di JOLT per ottobre hanno anche impressionato a seguito dei forti numeri NFP di novembre, suggerendo che è improbabile che le cifre iniziali relative alle richieste di sussidi di disoccupazione aumentino.

La giornata di oggi

È un giorno relativamente impegnativo per il calendario economico dell’Eurozona. Le statistiche chiave comprendono le cifre relative alla fiducia dei consumatori tedesche ed Eurozona.

Più tardi, influenzeranno anche i dati economici degli Stati Uniti. I numeri finali del del PIL del terzo trimestre, l’inflazione e il sentimento dei consumatori finalizzati forniranno indicazioni.

Sul fronte geopolitico, aspettatevi ulteriori pressioni nel giorno a venire, poiché Boris Johnson cerca di accelerare la partenza della Gran Bretagna dall’UE. Il Parlamento discuterà più tardi oggi della proposta di legge sulla Brexit modificata di Johnson. Il Parlamento britannico dovrebbe inoltre votare se lasciare l’UE il 31 gennaio. La maggioranza di Johnson sarà messa alla prova per la prima volta dopo oggi. Se tutti i membri di Tory rimangono allineati, quella minaccia di una Brexit dura potrebbe diventare tanto più reale…

Nei mercati a termine, al momento della stesura di questo articolo, il Dow era aumentato di 8 punti.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: