Italia Markets closed

Titoli azionari europei: focus sulla geopolitica e sugli utili delle società statunitensi

Bob Mason

Calendario economico:

Mercoledì 15 gennaio 2020

CPI Francia (MoM) (Dic) Finale

HCPI Francia (MoM) (Dic) Finale

CPI Spagna (YoY) (Dic) Finale

HCPI Spagna (YoY) (Dic) Finale

Produzione industriale(MoM) (Nov)

Bilancia commerciale (Nov)

Giovedì 16 gennaio 2020

CPI Germania (MoM) (Dic) Finale

Verbale della riunione di politica monetaria della BCE

Venerdì 17 gennaio 2020

CPI italiano (MoM) (Dic) Finale

CPI Core (YoY) (Dic) Finale

CPI (MoM) (Dic) Finale

CPI (YoY) (Dic) Finale

Titoli principali

Lunedì è stato un altro giorno in rosso per le major europee, con il DAX30 in calo dello 0,24% per aprire la strada. Il CAC40 e EuroStoxx600 hanno visto perdite più modeste rispettivamente dello 0,02% e 0,18%.

Il ritiro è avvenuto sul retro delle previsioni dell’Associazione cinese dei produttori di automobili per le vendite di autoveicoli per il 2020. Per il prossimo anno, la CAAM prevede che le vendite di auto diminuiranno per un terzo anno consecutivo.

C’era poco altro da fornire direzione in quel giorno, con i mercati ora in attesa della firma dell’accordo commerciale di fase 1.

Le Statistiche

Lunedì è stata una giornata tranquilla sul calendario economico dell’Eurozona, senza statistiche materiali che fornissero la direzione alle major europee.

Non ci sono state neanche statistiche materiali dagli Stati Uniti da influenzare, lasciando le major nelle mani dei fili delle notizie.

I Market Movers

Per il DAX: è stata una giornata mista per il settore automobilistico. La Volkswagen ha ribattuto la tendenza ancora una volta, aumentando dello 0,48%. Continental ha fatto scendere, scivolando del 2,26%. BMW e Daimler hanno visto perdite più modeste rispettivamente dello 0,75% e dello 0,92%.

È stata un’altra giornata ribassista per le banche, tuttavia, con Commerzbank e Deutsche Bank in calo rispettivamente dello 1,39% e dello 0,98%.

Dal CAC, è stata una giornata ribassista per le banche. BNP Paribas è sceso dello 0,44%, con Credit Agricole che ha chiuso la giornata in calo dello 0,16%. Soc Gen ha chiuso la giornata in pari..

Per il settore automobilistico francese, i titoli hanno seguito i loro colleghi europei. Peugeot e Renault sono diminuite rispettivamente dello 0,86% e del 2,82%.

Le perdite più pesanti della Renault sono arrivate quando sono aumentate le preoccupazioni sul fatto che l’alleanza Renault – Nissan possa sopravvivere senza Ghosn al timone.

Sull’indice VIX

È tornato in rosso per il VIX, che è sceso dell’1,91% lunedì. Invertendo un guadagno dello 0,16% da venerdì, il VIX ha chiuso la giornata alle 12,3.

Il rovescio della medaglia è arrivato quando le major statunitensi si sono riprese dalle perdite di venerdì. Un guadagno dello 0,70% ha visto l’S & P500 colpire ancora un altro record.

L’ottimismo sull’accordo commerciale di fase 1 ha continuato a fornire supporto durante il giorno. Anche la notizia del Ministero del Tesoro degli Stati Uniti che ha rimosso la Cina come manipolatore di valuta è stata positiva per il mercato, che ha pesato sul VIX.

La giornata di oggi

Sarà un’altra giornata tranquilla nel calendario economico dell’Eurozona, senza statistiche materiali programmate in uscita per la giornata di oggi.

La mancanza di statistiche continuerà a lasciare il focus sulla geopolitica. Escludendo un aumento della pressione inflazionistica, i dati sull’inflazione dagli Stati Uniti dovrebbero avere un impatto ridotto sulle major europee.

Il giorno, possiamo aspettarci che la geopolitica rimanga focalizzata mentre il mercato si prepara per gli Stati Uniti e la Cina a firmare domani l’accordo di fase 1.

Sul fronte degli utili societari, Citigroup e JPMorgan sono dovuti al rilascio degli utili più tardi oggi che influenzerà anche.

Nei mercati a termine, al momento della stesura del presente documento, il DAX30 era in calo di 56 punti, mentre il Dow era in rialzo di 51 punti.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: