Italia Markets close in 5 hrs 5 mins

Titoli azionari europei: influenza della geopolitica e delle statistiche statunitensi

James Hyerczyk

Calendario economico:

Venerdì 20 dicembre 2019

  • GfK Consumer Climate Tedesco (Gen)
  • Spesa consumatori francese (MoM) (Nov)
  • Fiducia dei consumatori Eurozona (Dic) Prelim

Titoli principali

È stato un secondo giorno consecutivo in rosso per le major europee, con il DAX30 in calo dello 0,49% per scendere. Il CAC40 e EuroStoxx600 hanno visto perdite più modeste rispettivamente dello 0,15% e 0,13%.

L’inversione è arrivata nonostante i migliori dati economici dalla Germania quel giorno.

Mercoledì il nervosismo per le prospettive di una Brexit senza accordi ha continuato a pesare sulle major.

Le Statistiche

Mercoledì è stata una giornata più intensa nel calendario economico dell’Eurozona. Le statistiche chiave includevano dati sulla fiducia delle imprese provenienti dalla Germania e dati sull’inflazione finalizzati per l’Eurozona.

Secondo il sondaggio aziendale di Ifo a dicembre

  • L’indice delle aspettative economiche è passato da 92,3 a 93,8, con l’indice di valutazione corrente che è passato da 98,0 a 98,8.
  • È stata registrata una ripresa nel settore manifatturiero, con le aziende notevolmente meno pessimiste. Al contrario, tuttavia, la loro valutazione della loro situazione attuale è peggiorata leggermente.
  • Secondo quanto riferito, i produttori stavano pianificando una riduzione della produzione, pur notando che era più difficile accedere al credito.
  • L’indicatore del settore dei servizi ha raggiunto il livello più alto in 6 mesi, con le aziende più soddisfatte della loro situazione attuale. Anche le società del settore dei servizi sono state cautamente ottimiste sulle loro prospettive di business.
  • Per il settore manifatturiero, l’indice del clima aziendale è passato da -5,8 a -5,0, mentre l’indice del settore dei servizi è aumentato da 17,4 a 21,3.

Sul fronte dell’inflazione

  • Il tasso annuo di inflazione core dell’Eurozona si è attestato all’1,3% a novembre, in linea con il preliminare e le previsioni. A ottobre, il tasso annuale di inflazione core si era attestato all’1,1%.
  • Mese su mese, i prezzi al consumo sono diminuiti dello 0,3%, tuttavia, invertendo un aumento dello 0,1% in ottobre.
  • Il tasso d’inflazione annuale è stato dell’1,0%, in linea con il preliminare e le previsioni. In ottobre il tasso d’inflazione annuale era arrivato allo 0,7%.

Secondo Eurostat

  • Italia, Portogallo (sia 0,2%) e Belgio (0,4%) hanno registrato i tassi di inflazione annui più bassi.
  • La Slovacchia ha registrato il tasso di inflazione annuale più elevato al 3,2%.
  • Il contributo più elevato al tasso d’inflazione annuale è arrivato da servizi (+0,82 pp), cibo, alcol e tabacco (+0,37 pp), beni industriali non energetici (+0,10 pp).

Dagli Stati Uniti

Non c’erano statistiche materiali da fornire alle major più avanti nel corso della giornata…

I Market Movers

Per il DAX: è stata un’altra giornata mista per il settore automobilistico. La BMW ha cominciato la giornata in controtendenza, aumentando dello 0,21%. Per il resto è stato ribassista. La Continental, la Daimler e la Volkswagen sono diminuite rispettivamente dell’1,51%, 1,41% e 0,72%.

È stata anche una giornata mista per le banche. Commerzbank è cresciuto dello 0,29%, mentre Deutsche Bank è diminuita dello 0,11%.

Dal CAC, è stata una giornata rialzista per le banche. Soc Gen ha aperto la strada, aumentando dello 0,50%. BNP Paribas e Credit Agricole hanno registrato guadagni più modesti rispettivamente dello 0,36% e 0,27%.

Fu mescolato per il settore automobilistico francese, tuttavia, con Peugeot che aumentò dell’1,36%, mentre la Renault diminuì dello 0,17%.

Sull’indice VIX

Il VIX ha visto un secondo giorno consecutivo in verde mercoledì, aumentando del 2,36%. A seguito di un guadagno dell’1,24% di martedì, il VIX ha chiuso la giornata a $ 12,6.

Il mercato è nervoso per la difficile Brexit e un leggero rallentamento dell’impeachment di Trump ha fornito il rialzo della giornata.

La giornata di oggi

È un giorno tranquillo per il calendario economico dell’Eurozona. Non ci sono statistiche materiali dovute dall’Eurozona per fornire indicazioni alle major.

Una mancanza di statistiche lascerà le major nelle mani della geopolitica in vista delle statistiche chiave degli Stati Uniti

Sul fronte geopolitico, aspettatevi ulteriori pressioni nel giorno a venire, poiché Boris Johnson cerca di accelerare la partenza della Gran Bretagna dall’UE. C’è anche la piccola questione dell’impeachment di Trump da considerare.

Dagli Stati Uniti, il Philly FED Manufacturing Index e le cifre settimanali sulle richieste di sussidi di disoccupazione avranno probabilmente un impatto alla fine della sessione europea.

Nel mercato dei futures, al momento della stesura del presente documento, il DAX30 era in calo di 12,5 punti, mentre il Dow era in calo di 16 punti.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: