Italia markets open in 8 hours 17 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1902
    +0,0056 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    16.029,59
    +448,46 (+2,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,31
    +7,56 (+2,04%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

I titoli di Stato dei mercati emergenti sempre più Esg

Fabrizio Arnhold
·3 minuto per la lettura
I titoli di Stato dei mercati emergenti sempre più Esg
I titoli di Stato dei mercati emergenti sempre più Esg

Per Aberdeen Standard Investments, l’analisi dei fattori ambientali diventa strategica quando si parla di analisi creditizia dei mercati emergenti

Le variabili economiche e finanziarie come debito pubblico, inflazione, deficit fiscali sono da sempre al centro dell’analisi creditizia dei mercati emergenti. A questi si aggiunge il rischio politico, un fattore chiave in grado di influenzare l’affidabilità creditizia dei governi. “Da tempo, però, numerosi investitori professionali riconoscono l’importanza di affiancare anche una valutazione dei fattori ambientali, sociali e di governance quando si esamina l’affidabilità di un emittente in aree geografiche emergenti”, spiega nella sua analisi Aberdeen Standard Investments.

ESG NELLA SELEZIONE DEGLI EMITTENTI SOVRANI

In pochi hanno provato un’integrazione sistematica delle metriche Esg nel processo di selezione degli emittenti sovrani e “noi siamo fra questi”, precisano gli analisti di ASI. Mettere al centro le metriche Esg, inoltre, significa ottenere un quadro più completo dei rischi. “Esistono prove empiriche a sostegno del concetto secondo cui i fattori Esg possono aiutare a ottenere un quadro più completo dei rischi concreti di credito in cui incorrono gli emittenti dei mercati emergenti sul lungo termine”, prosegue l’analisi di Aberdeen Standard Investments.

ESG E RISCHIO SOVRANO

Non mancano ricerche in grado di dimostrare che i fattori Esg sono correlati al rischio sovrano dei mercati emergenti. Per Aberdeen Standard Investments, “a punteggi Esg compositi più alti, si associano spread creditizi più bassi e costi del credito inferiori”. La governance è la variabile più significativa per il rischio sovrano dei paesi emergenti. “Questa conclusione è in linea con numerose evidenze storiche, da cui emerge un chiaro legame tra insolvenze dei mercati emergenti e cattiva gestione economica e di bilancio”, si legge nell’analisi di ASI.

FATTORI SOCIALI

Anche i fattori sociali sono significativi per una valutazione del rischio sovrano dei mercati emergenti. “Questo è dovuto all’importanza del capitale umano per la crescita a lungo termine - proseguono gli analisti di Aberdeen Standard Investments -. Parametri quali l’invecchiamento demografico, gli standard di istruzione, i livelli di povertà, la disuguaglianza di reddito e la qualità della salute tendono a influenzare la competitività di un paese. A parità di condizioni, il miglioramento di questi fattori dovrebbe favorire la crescita a lungo termine, contribuendo a una maggiore capacità di gettito fiscale e di rimborso dei debiti”. Meno significative, invece, le considerazioni di tipo ambientale.

LO SCHEMA DI ABERDEEN STANDARD INVESTMENTS

Per integrare i fattori Esg alla ricerca creditizia dei mercati emergenti, in ASI hanno adottato uno schema di punteggio definito dall’acronimo ESGP (Environmental, Social, Governance and Political) che tiene conto anche di una valutazione del rischio politico e che applichiamo a tutto il nostro universo composto da 91 emittenti di debito sovrano dei mercati emergenti. “Per ciascun indicatore calcoliamo dei punteggi Z che indicano come ciascun paese si posiziona rispetto alla media riguardo a quel particolare indicatore”, spiegano da ASI. “Calcoliamo quindi la media dei punteggi Z per ciascuno dei quattro fattori, ottenendo un punteggio per ciascuno di essi. Successivamente, i punteggi vengono normalizzati su una scala da 0 a 100. Il paese peggiore riceve un punteggio di 0, quello migliore ottiene un punteggio di 100”.

PREZZI INTERESSANTI RISPETTO AI RISCHI

Qual è l’obiettivo primario del quadro ESGP? “Investire in obbligazioni sovrane con validi fondamentali del credito, buone prospettive di crescita e, soprattutto, prezzi interessanti rispetto ai rischi”, continuano gli analisti di Aberdeen Standard Investments. “Il vantaggio principale di questo approccio Esg consiste nel suo potenziale di fornire un quadro più completo e dettagliato della situazione dei rischi”. Un approccio Esg è, in conclusione, particolarmente adatto per chi desidera investire nel debito sovrano dei mercati emergenti. Lo schema ESGP di Aberdeen Standard Investments diventa un valido alleato per ottenere un quadro più completo del rischio di credito associato a ciascun mercato emergente.