Italia Markets closed

Tlc, Cardani: rientrata preoccupazione inquinamento reti 5G

Rbr

Roma, 14 nov. (askanews) - "Mentre sembra rientrata la preoccupazione iniziale degli effetti ambientali e sanitari del 5G, tecnologia che tra l'altro espone a un 'inquinamento' elettromagnetico molto inferiore rispetto ai 2G/3G/4G; ora che gli operatori stanno costruendo le reti 5G si cerca di valutare come i limiti di esposizione ai campi elettromagnetici vigenti in Italia possano incidere sullo sviluppo della nuova rete". Lo ha sottolineato in audizione alla Commissione Trasporti della Camera il presidente dell'Agcom, Marcello Cardani, nell'ambito dell'indagine conoscitiva "sulle nuove tecnologie nelle telecomunicazioni con particolare riguardo alla transizione verso il 5G e alla gestione dei big data".

"Questi limiti, infatti, risultano essere significativamente più bassi di quelli della maggior parte degli altri paesi, senza una fondata giustificazione scientifica", ha evidenziato il presidente che si è soffermato sul tema della sicurezza delle reti.