Italia Markets closed

TON Blockchain. Telegram conferma di esserci

Fabio Carbone

Forse veniva data per scontata la partecipazione di Telegram alla TON Blockchain, in effetti, dopo aver raccolto 1,7 miliardi di dollari da investitori “segreti”, la società del servizio di messaggistica istantanea finalmente fornisce un segnale pubblico, chiaro e inequivocabile che lei c’è.

Telegram è coinvolta nel progetto TON Blockchain. Certo dovrebbe essere scontato, altrimenti perché raccogliere tutti quei soldi e a chi sarebbe mai servita un’altra blockchain?

Dimostra di esserci pubblicando i Termini di servizio del Gram Wallet sul sito ufficiale, telegram.org.

I termini di servizio scritti per il gram wallet di Telegram esordiscono così:

“Questi termini di servizio regolamentano il tuo uso del Gram Wallet (sia come applicazione a sé stante che come applicazione incorporata in Telegram Messenger) ed è offerto da Telegram FZ-LLC.”

Quindi il wallet del token gram sarà sia integrato in Telegram, ma sarà anche una applicazione del tutto autonoma.

Termini per usare il Gram wallet

Ecco, mentre il wallet bitcoin, ad esempio il Bitcoin Core, anche un quindicenne può scaricarlo e usarlo perché non vi è nessun termine dei servizi che ne vieta l’uso a un quindicenne, qui il limite di età c’è.

Bisogna avere 18 anni per usare il wallet gram ed essere disposti a rispettare le leggi, anche se non viene riportato a quale giurisdizione si appoggia Telegram FZ-LLC per far valere i diritti degli utenti e per quanto riguarda il suo rispetto delle leggi in materia di trattamento dei dati finanziari degli utenti.

Per quanto riguarda le tasse, poi, i termini ricordano all’utilizzatore che sarà personalmente responsabile della dichiarazione di possesso dei token gram presso le autorità competenti del suo stato e che Telegram non ha alcuna responsabilità nella determinazione delle tasse degli utenti.

Nessun riferimento al riciclaggio di denaro

Ciò che colpisce è la totale assenza di un passaggio che richiami il rispetto delle normative internazionali in fatto di riciclaggio di denaro e l’uso del denaro per attività terroristiche.

Nei mesi scorsi il FATF ha pubblicato delle linee guida apposite, ma a quanto pare Telegram non si preoccupa minimamente della cosa.

Ciò che colpisce di più è che, mentre Facebook è stata bastonata a più riprese, chiamata in audizione davanti al senato americano e ha subito la defezione di PayPal nei giorni scorsi, Telegram esordisce senza colpo ferire, senza aver mai ricevuto un richiamo da parte delle autorità internazionali. Eppure Telegram è presente negli smartphone e nei PC di milioni di utenti in ogni parte del mondo, USA ed Europa comprese.

Nessun collegamento tra Telegram e le transazioni

Va anche fatto notare, tuttavia, che Telegram sottolinea come essa non raccolga le informazioni dei clienti perché tutto avviene sulla blockchain in modo indipendente da qualsiasi entità esterna.

Resta il fatto che Telegram LLC è una società registrata a Londra, vedremo quindi in che modo reagiranno le autorità in materia finanziaria del governo britannico.

Dove comprare il token Gram

Durante l’estate gli investitori hanno potuto acquistare, in prevendita, token gram attraverso l’exchange Liquid, ma al momento non risultano ancora exchange pronti a offrire il token. Cex.io, con una mail ai clienti, nei giorni scorsi ha detto che si sta preparando.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: