Italia Markets closed

Torino, domani metalmeccanici in presidio a Palazzo Lascaris

Prs

Torino, 17 dic. (askanews) - Gli operai della Mahle, della Ventures (ex Embraco), della Lear e dell'Alpitel, aziende metalmeccaniche in crisi del torinese, saranno in presidio domani pomeriggio davanti al Consiglio regionale del Piemonte. Lo hanno anunciato Fim, Fiom e Uilm, precisando che si tratta della prima iniziativa di protesta della cosiddetta "Vertenza Torino" lanciata dai sindacati lo scorso venerdì con una fiaccolata per le vie del centro del capoluogo piemontese.

L'iniziativa "segna la gravita' della situazione e la richiesta da parte dei lavoratori di risposte e soluzioni", hanno chiarito Davide Provenzano, Edi Lazzi e Luigi Paone, segretari generali di Fim, Fiom e Uilm, ricordando anche le altre realtà metalmeccaniche in difficoltà nel torinese cone Alcar, Blutec, Olisytem, Manital, Cnh, Comital, a cui "si aggiungono l'Alpitel e la Martor, azienda dell'automotive che sta gia' utilizzando da tempo i contratti di solidarietà e che si accinge a dichiarare il licenziamento di una parte cospicua di lavoratori".

"Serve un piano generale per la citta', e' inutile continuare a inseguire azienda per azienda, esuberi dopo esuberi. Serve una cabina di regia che possa indirizzare le risorse su un progetto comune di rilancio dell'economia cittadina. Le poche cose che si stanno facendo come il Competence Center e le collaborazioni con il Politecnico e l'Università di Torino, rischiano di essere avulse da un contesto generale e quindi poco efficaci per trovare una via di uscita da questa crisi", hanno sollecitato i sindacalisti.