Italia Markets open in 7 hrs 13 mins

Torna l'allarme movida: assembramenti da Milano a Catania

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Torna l'allarme movida: assembramenti da Milano a Catania (Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)
Torna l'allarme movida: assembramenti da Milano a Catania (Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Da Nord a Sud, si moltiplicano gli assembramenti in Italia per la movida, feste e incontri in generale nonostante il weekend in zona arancione. A Milano, in un residence del centro, 18 persone tra i 15 e i 23 anni hanno affittato un appartamento per fare una festa. La polizia è stata chiamata da altri ospiti della struttura per la musica alta e le urla e all'arrivo degli agenti il fuggi fuggi per le scale. Aggredito anche un rider chiamato per portare delle pizze. Tutti i ragazzi sono stati portati in questura e multati.

GUARDA ANCHE - Fontana: “Lombardia rischia di passare in zona rossa”

A Lucca è andata in scena una festa in strada con oltre un centinaio di persone che ballavano senza rispettare la distanza di sicurezza e senza mascherina. Dopo oltre un'ora di assembramento, stando alle testimonianze, sono state le forze dell'ordine a disperdere la folla. Il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, ha fatto sapere: "Un comportamento inqualificabile: in queste immagini, che da ieri sera rimbalzano sui social e sulle chat di chiunque e che a breve arriveranno anche su tutti i media nazionali, portando Lucca alla ribalta per una cosa vergognosa, ciò che manca è il rispetto. Ciò che invece abbonda è la stupidità".

A Roma invece l’assembramento è dovuto all’arrivo dell’attore turco Can Yaman. L’attore si trovava a Roma per girare uno spot televisivo ed è stato multato per violazione delle norme anti Covid in seguito agli assembramento con i fan davanti all’albergo. Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha commentato così l'accaduto: "Un comportamento inaccettabile" e ha chiesto ai suoi una relazione per una "immediata e dettagliata indagine" su quanto avvenuto, "una assembramento ingiustificato".

A Catania, infine, nelle foto postate sui social si vedono centinaia di giovani asesembrati a bere, con pochissime mascherine iondossate. Proprio nei giorni scorsi, il presidente della Regione Nello Musumeci aveva chiesto al ministro Speranza di fare la Sicilia zona arancione per l'impennata dei contagi degli ultimi giorni.

GUARDA ANCHE - Speranza: “Restrizioni e rispetto misure ancora per qualche mese”