Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.447,12
    -422,34 (-2,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Torna UnoSguardoRaro, primo film festival sulle malattie rare

(Adnkronos) - Torna 'UnoSguardoRaro - Rdiff', il primo Festival Internazionale di Cinema che seleziona e promuove le migliori opere video provenienti da tutto il mondo che affrontano le sfide della vita con una malattia rara o una condizione di diversità. UnoSguardoRaro, giunto alla sua VII edizione, è festival cinematografico che vuole essere un "portatore sano di emozioni" mettendo al centro le persone e non la malattia, è stato uno dei primi progetti culturali che, grazie al cinema, ha iniziato a scardinare gli stereotipi e il muro di isolamento che accompagna chi vive una condizione di fragilità legata alle malattie rare. C'è tempo fino al 30 giugno prossimo per presentare le opere che vogliono partecipare al concorso. Nato nel 2016 come rassegna cinematografica, nel corso di sei edizioni il Festival si è via via arricchito di nuove proposte, fino a diventare un atteso appuntamento internazionale in cui il cinema si fa strumento potente in grado di rendere reali condizioni di malattia, spesso conosciute solo in modo astratto e stereotipato.

Sullo schermo scorrono storie di vite che viaggiano su binari diversi, che si confrontano con il quotidiano utilizzando abilità trasversali e creatività, perché quello che per gli altri è semplice e naturale per altri può essere invece complesso e difficile. Oggi Il Festival accoglie opere che parlano anche di diversità in generale e di inclusione. Nel corso delle sei precedenti edizioni sono stati visionati 3.000 corti da oltre 120 paesi con 55 premi assegnati, realizzate 20 collaborazioni, aggiunte nuove sezioni e 2 corti in produzione. Nella sola edizione 2021, agli eventi del Festival hanno partecipato un totale circa di 800 spettatori presenti, 600 utenti che hanno votato sulla piattaforma unosguardoraro.tv e quasi 12.000 persone che hanno seguito il programma dai social.

Anche l’edizione 2022, che si tiene dal 10 al 22 novembre, è ricca di novità: apertura del Festival ai lungometraggi, creazione di tre nuove sezioni: Play in cui concorrono corti nazionali, internazionali, di animazione e documentari che prevede un premio di 500 euro per ogni categoria; Lab che comprende laboratori di sceneggiatura; Patient Advocacy dedicata alla comunicazione del Terzo settore, del mondo dell’Associazionismo e della comunicazione in Sanità. Una Giuria di Qualità̀, formata da professionisti del cinema e della televisione insieme a membri della comunità̀ dei malati rari, del mondo della comunicazione, dello sport, della sanità e dell’Istruzione, selezionerà, tra le opere preselezionate dalla Giuria tecnica, i finalisti e i vincitori per ogni categoria. A questa si aggiunge una giura popolare che vota online il suo cortometraggio preferito. Le votazioni del pubblico saranno aperte a tutti gli utenti che si connetteranno alla piattaforma unosguardoraro.tv e si registreranno per vedere i finalisti e votarli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli