Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.408,30
    +967,73 (+2,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Trading di brevissimo Azioni Ftse MIB e FIB

ShoTrading.com
·4 minuto per la lettura

UNICREDIT (UCG): siamo ancora Short da mercoledì 7 aprile al break di quota 8,9600. Le quotazioni nella prima ora di oggi, 16 aprile, stanno tentando la tenuta di area 8,50. Al momento abbiamo uno stop profit (stop a difesa del guadagno) poco sopra area 8,60 €. Attenzione però perchè in corso di seduta potremmo abbassarlo lievemente. Il nuovo stop di eventuale chiusura dello short sarà aggiornato in Area Trading probabilmente verso metà seduta.

BANCO BPM (BAMI): abbiamo chiuso ieri con un poco di guadagno lo short su BCO BPM che avevamo aperto con due entrate in vendita allo scoperto il 6 e il 7 aprile (1/2 posizione + 1/2 posizione). Rimaniamo in attesa del prossimo segnale. In ottica di acquisto dobbiamo attendere che si completi il conteggio ciclico di brevissimo e vedere un attacco in area 2,38 €. Continuiamo a seguirlo.

STMICROLECTRONICS (STM): sul titolo del settore semiconduttori, da inizio Marzo, stiamo facendo molte operazioni di "mordi e fuggi" veloci. Complessivamente dal 2 marzo a oggi, 16 aprile, abbiamo fatto 5 operazioni: 3 in guadagno, 1 in stop loss leggero intorno al -1%, e l'ultima, quella chiusa questa mattina, in stop loss più pronunciato intorno al -2,5 % (vedi grafico allegato). Quest'ultima operazione perchè ci mandava in buy ieri mattina facendo scattare il segnale "di un niente" sui massimi di mattinata. Oggi rompeva il nostro livello di stop loss che era fissato in caso di discesa (di almeno un tick) sotto 32,3850 €. Abbiamo quindi chiuso la posizione Long. Continuiamo a seguire il titolo per valutare un eventuale rientro tra oggi pomeriggio e quello di lunedì 19 aprile.

TENARIS (TEN): ieri abbiamo inserito un ordine di acquisto in caso di attacco ad area 9,6 € (dettagliato livello del segnale "preciso al tick" disponibile in Area Trading. Ieri però le quotazioni sono andate in pronunciata correzione tornando in direzione 9,1 €. Seguiamo i movimenti di questa mattina, poi verso metà seduta potremmo cambiare strategia.

MEDIOBANCA (MB): come già spiegato nei giorni scorsi, siamo pronti a comprare nel caso dia segni di forza con attacco ad area 9,45 €. Dalla chiusura di ieri però le quotazioni si sono leggermente indebolite. Seguiamo anche qui i movimenti di mattinata. Non è da escludere che a metà seduta cambieremo del tutto strategia. Potrebbe esserci un segnale short, ma al momento attendiamo e vediamo come si evolve l'attuale fase laterale a contatto di area 9,30-9,40 €.

TELECOM ITALIA (TIT): al momento siamo pronti al buy in caso di forza con attacco in direzione 0,4445 € (strategia con livello di eventuale buy e stop loss già prefissato in Area Trading).

LEONARDO (LDO): quotazioni ancora compresse in congestione laterale a contatto di area 7 €. Siamo in attesa di un nuovo segnale per entrare. Per ora impossibile dire se sarà un segnale in acquisto o se entreremo in short selling (vendita allo scoperto). Aspettiamo si completi il conteggio ciclico di brevissimo.

SAIPEM (SPM): siamo fuori osservando la fase di zig-zag laterale ad alta volatilità. Secondo il nostro metodo, non abbiamo ancora conteggio ciclico completo e di conseguenza un chiaro segnale. Stiamo comunque seguendo i movimenti in quanto la situazione può cambiare velocemente.

INTESA SANPAOLO (ISP): come già detto, in ottica di acquisto diventerebbe interessante in caso di attacco ad area 2,30-2,33. Ma al momento è solo un'area del tutto indicativa, in quanto il nostro Trading System non segnala ancora conteggio ciclico completo. Attendiamo anche qui i prossimi movimenti, oggi e lunedì prossimo.

INDICATORE SHOTRADING FIB Ftse MIB (indicatore per trading su FIB o altri strumenti che replichino l'andamento dell'indice Ftse MIB: MiniFIB, ETF, CFD): siamo ripartiti a fine Marzo col nostro Indicatore, dopo un accurato lavoro di ri-settaggio nel quale eravamo rimasti in stand-by sul Future Ftse MIB. Ci ha dato subito due buoni segnali (il ciclo Long del 25 marzo, portato quasi fino agli ultimi massimi, e poi il veloce segnale d'impulso correttivo dell'8 aprile). Per adesso l'Indicatore rimane "flat" in attesa mentre il FIB si muove laterale a contatto di area 24250. Poco probabile un nuovo segnale oggi. Rimaniamo in attesa senza fretta fino a lunedì 19 aprile.

Autore: ShoTrading.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online