Italia Markets close in 7 hrs 58 mins

Trading Forex vs trading in Azioni: quale scegliere?

Fabio Carbone

Cosa scegliere tra il trading forex e il trading in azioni? Dove si guadagna di più e dove ci sono meno rischi?

In due precedenti articoli introduttivi abbiamo parlato separatamente di cos’è il forex trading e quindi cosa significa investire in azioni. Mettendo ora a confronto il trading delle valute estere con il trading in titoli azionari, vogliamo comprendere ancora meglio le differenze, e dare risposta alle domande di apertura.

Quindi, forex vs azioni: chi vince?

Cosa significa fare trading sul Foreign exchange e con i titoli azionari

Prima di proseguire è bene rinfrescare le nostre conoscenze su cosa è il trading nel forex e cosa è il trading con le azioni.

Trading Forex

Il trading nel forex è indipendente dalle Borse, esso non segue l’orario di apertura di una singola Borsa, ma segue l’orario di apertura di tutte le borse, per fermarsi solo nel week-end. Non l’unica differenza naturalmente, il mercato valutario è un “luogo” di acquisto diretto cioè dove venditore e acquirente sono in contatto diretto, anche se questo non appare evidente.

Trading con le azioni

Le azioni sono singole parti unitarie in cui si divide il capitale di una società per azioni. Una Spa può essere quotata in borsa o non quotata. Nel caso delle Spa quotate in borsa, le azioni sono soggette alle regole della Borsa dove sono quotate.

I titoli azionari sono legati a una Borsa e oltre a seguirne le regole, ne seguono anche gli orari di apertura. Se, ad esempio, investiamo in azioni Fujifilm (4901) esse sono scambiate sulla Borsa di Tokyo e seguono i suoi orari di apertura e chiusura, festività comprese.

Differenze tra Forex e Titoli azionari

Mettiamo ora sul piatto le differenze tra il mercato forex e i titoli azionari, alcune le abbiamo già lette nel paragrafo precedente, ma qui le presentiamo tutte in forma più schematica.

Forex

Azioni

Orario di trading

domenica sera – venerdì sera (H24)

Borsa di riferimento

Legame con le Borse

No

Acquisto al dettaglio

Acquisto tramite CFD

Accessibilità (acquisto al dettaglio)

Semplice

Meno immediato

Costi (acquisto al dettaglio)

Bassi

Medio-alti

Costi (CFD)

Bassi

Bassi

Guadagni

Medi

Medio-alti

Perdite

Significative

Significative

Per quanto riguarda i guadagni è necessario comprendere che la stima sopra riportata è solo una valutazione approssimativa, tanti fattori possono incidere sui guadagni. Inoltre, è da tenere in considerazione il fatto che le azioni hanno in alcuni momenti dell’anno dei picchi di rialzo significativi che non ritroviamo sulle coppie di valute. Un esempio, le azioni HP balzate del 13% dopo essere trapelata notizia che Xerox Holdings vuol comprare HP Inc. Nel forex un balzo di questa portata è raro.

Da questo punto di vista le azioni possono rendere di più.

Per quanto riguarda le perdite esse possono essere significative in entrambi i casi. Da tenere in debita considerazione che le azioni di una singola azienda possono sì guadagnare il 15% in un giorno, ma allo stesso tempo possono perdere anche più del 15% a seguito di uno scandalo che coinvolge la società o della pubblicazione di dati nettamente negativi. Anche qui, gli scivoloni delle valute non sono quasi mai di questa portata.

Trading forex e trading in azioni con i CFD: differenze

I contratti per differenza (CFD) sono la via di accesso ai mercati finanziari largamente usata dai trader non professionisti e da quei professionisti che si sono specializzati nella speculazione sui prezzi.

In questo caso alcune differenze tra azioni e forex si livellano, in particolare sull’accesso che diventa semplice per entrambi gli strumenti e per quanto riguarda i costi, poiché per le azioni decadono i costi di gestione portafoglio titoli e le commissioni sugli ordini eseguiti.

“Tradando” con i CFD alcune differenze tra mercato delle valute straniere e titoli azionari si livellano, ma non le dinamiche proprie di ciascun mercato. Sì, perché i CFD non fanno altro che replicare i prezzi delle coppie di valuta o delle azioni scambiate al dettaglio, quindi restano le opportunità di guadagno e i rischi di perdita dell’investimento tipici del mercato al dettaglio. Va aggiunto, però, che l’accesso ai mercati attraverso i CFD richiede investimenti più bassi, in particolare per le azioni.

Forex vs Azioni: riassumendo

Volendo riassumere, possiamo dire che:

  • investire nel forex è accessibile sia al dettaglio che con i CFD e possono bastare anche poche decine di euro per iniziare una prova;
  • investire in azioni al dettaglio richiede l’apertura di un portafoglio titoli, è più costoso e serve un capitale minimo per iniziare, mentre investire in azioni attraverso i CFD semplifica l’accesso e abbassa il capitale da investire.

Meglio fare trading nel forex o con le azioni?

Rispondiamo ora alla domanda se è meglio fare trading nel forex oppure con le azioni. La risposta è non esclusiva, cioè non si può dire che un mercato è più vantaggioso dell’altro perché sono diversi.

Un conto è investire nelle valute straniere e un conto è investire nelle azioni di una azienda. Il fine è diverso, in particolare se si fanno acquisti al dettaglio e cioè si entra in possesso reale di moneta straniera o delle azioni di una azienda.

Acquistare azioni al dettaglio di una società quotata in borsa significa credere nel futuro di quella azienda.

Comprare valute straniere significa avere nel proprio portfolio riserve di valore liquide in valuta diversa dall’euro. Ciò è utile se si ritiene che alcuni scenari internazionali potrebbero favorire la valuta estera comprata o semplicemente per una diversificazione del conto valute punto e basta.

Operare con i CFD è speculazione mordi e fuggi, è trading intraday per “fare soldi” nell’immediato. Con i CFD le posizioni si tende a chiuderle in giornata. L’obiettivo non è possedere, ma guadagnare speculando sulla variazione di prezzo.

Cosa fare? Forex o azioni?

A questo punto bisogna riflettere su cosa si vuol essere.

  • Azionisti reali di una o più aziende quotate?
  • Possessori di un portfolio di valute straniere?
  • Speculatori giornalieri che guadagnano dalle differenze di prezzo degli asset, mediante i CFD?

Nulla vieta di essere presenti in tutte e tre le posizioni sopra descritte, ma quando si è all’inizio della propria avventura nei mercati finanziari, è bene intraprendere una sola strada e diventar competenti in quella. Solo in un secondo momento ci si potrà avventurare in un secondo segmento.

Molto dipende anche da ciò che si vuol essere e dalla propria inclinazione personale, dalle proprie caratteristiche. Senza dubbio possedere effettivamente le azioni Amazon o di Alphabet (Google), non è come “tradare” con i rispettivi CFD, nel primo caso ci si può definire azionisti Amazon o Alphabet, nel secondo caso no.

Concludendo

Eccoci al termine della “sfida” trading forex vs trading in azioni, in cui hai scoperto che nessuno vince, ma è piuttosto una scelta basata sulla propria inclinazione.

Se dal confronto hai compreso che nessuno dei due fa per te, prova a leggere come funzionano i fondi di investimento, o se vuoi essere meno speculativo ci sono sempre i nuovi buoni fruttiferi postali.

Nel caso fossi invece interessato all’investimento in metalli preziosi come l’oro abbiamo la guida che fa per te.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: