Italia markets close in 7 hours 40 minutes
  • FTSE MIB

    23.228,62
    -36,24 (-0,16%)
     
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • Petrolio

    60,06
    -0,58 (-0,96%)
     
  • BTC-EUR

    40.844,23
    +2.156,64 (+5,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    985,42
    -1,23 (-0,12%)
     
  • Oro

    1.717,40
    -5,60 (-0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,2016
    -0,0043 (-0,36%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     
  • HANG SENG

    29.095,86
    -356,71 (-1,21%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.703,07
    -3,55 (-0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8647
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1030
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,5224
    -0,0007 (-0,05%)
     

Traditori o padri della Patria? Ecco i "responsabili" che puntellano il governo

Gabriella Cerami e Federica Fantozzi
·2 minuto per la lettura
Combo (Photo: )
Combo (Photo: )

La vera sorpresa è Forza Italia. Al Senato, come alla Camera, si è visto l’effetto “responsabili”. Un effetto trasversale che ha coinvolto gli azzurri ma anche un ex M5s e soprattutto Riccardo Nencini, che fino alla fine ha lasciato tutti con il fiato sospeso. Talmente sospeso che sia l’ex grillino sia il leader del Psi hanno rischiato di non votare perché fuori tempo massimo. In Aula scoppia il caos, la presidente Casellati fa visionare i video e vengono riammessi. Il numero dei voti a favore sale a 156. Di fatto i responsabili, che segnano un punto di svolta sono quattro: Maria Rosaria Rossi di Forza Italia, l’azzurro Andrea Causin, l’ex grillino Alfonso Ciampolillo e Riccardo Nencini.

Per Forza Italia a segnare la fine di un’epoca è il Sì di Maria Rosaria Rossi, l’ex “badante” di Silvio Berlusconi, amministratrice del partito nella fase del “Bunga Bunga”, tesoriera che pose fine ai fagiolini pagati 80 euro al chilo nonché organizzatrice di “cene eleganti”, alle prese con i selfie muliebri nei bagni di Palazzo Grazioli, grande amica di Francesca Pascale e animatrice del “cerchio magico” spazzato via dal più sobrio Ronzulli-power. Già da tempo finita nel cono d’ombra, ha aperto una pizzeria nel Casertano in cui leggenda vuole si gusti la pizza allo champagne. E ha salutato Forza Italia sbattendo la porta.

E con buona pace delle smentite fino a un minuto prima, arriva Andrea Causin. Imprenditore veneto, cattolico ex Acli, tendenza Ppe, aveva aderito al Pd veltroniano per poi candidarsi nel 2013 con Scelta Civica. Già indiziato per l’assenza al voto sulla riforma del Mes (dove Salvini impose la linea dura obbligando Fi alla capriola) era da giorni oggetto di rumors. Vota sì lasciando Forza Italia tra i mugugni dei colleghi: “Andata e ritorno, senza pagare il biglietto...&...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.