Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.331,50
    -130,51 (-0,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Transizione ecologica, in Friuli percorso circolare Greenway Group

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 lug. (askanews) - Agricoltura, energia, vino: con l'economia circolare il territorio del Medio Friuli ha una marcia in più. È un perfetto percorso circolare che si riversa tra le province di Udine e Pordenone quello avviato dal Greenway Group. Grazie alla coltivazione dei campi si produce biogas che permette di dare energia elettrica a oltre 7 mila famiglie e di ottenere concime naturale per la coltivazione della vite. Un cerchio che ha permesso al gruppo guidato da Marco Tam e Gabriele Gardesan di chiudere il 2020 con un volume d'affari di 5 milioni di euro e una ricaduta sul Pil locale da oltre 2 milioni di euro.

"Abbiamo anticipato le linee guida del Recovery Plan, impostando un piano di sviluppo centrato su una transizione ecologica che ci sta portando alla rivoluzione verde - afferma il presidente Tam - Una visione cui abbiamo dato concretezza dieci anni fa e che ci ha portato a crescere e a far crescere il territorio dove operiamo". Con 700 ettari di campi coltivati, oltre 40 ettari dedicati alla viticoltura, la promozione del proprio marchio di vino "Filare Italia" e due impianti di biogas (a Bertiolo e San Daniele del Friuli), il Greenway Group traccia una nuova strada nell'economia green friulana. Realtà che raccoglie la Greenway Agricola, la San Daniele Bioenergie (entrambe con sede a Codroipo - UD) e la Greenfirm di Pordenone, il Greenway Group ha concretizzato da tempo i principi di quella transizione ecologica diventata oggi linea guida di sviluppo.

I due impianti di biogas producono circa 16.500 Mw di energia elettrica all'anno che permettono di soddisfare il fabbisogno di circa 20 mila persone. Inoltre, dal processo di fermentazione per il biogas si ottiene anche il digestato, che è un fertilizzante inodore e ad altissimo valore agronomico: viene impiegato nella coltivazione di uve Pinot grigio, Ribolla gialla e Glera. "E dalle viti - spiega - ricaviamo un vino che vendiamo a livello internazionale attraverso la nostra Greenfirm con il marchio di "Filare Italia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli