Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.787,13
    -867,46 (-2,66%)
     
  • Nasdaq

    11.548,66
    -435,86 (-3,64%)
     
  • Nikkei 225

    26.911,20
    +251,45 (+0,94%)
     
  • EUR/USD

    1,0490
    -0,0065 (-0,62%)
     
  • BTC-EUR

    27.799,06
    -1.146,95 (-3,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    652,19
    -18,49 (-2,76%)
     
  • HANG SENG

    20.644,28
    +41,76 (+0,20%)
     
  • S&P 500

    3.962,00
    -126,85 (-3,10%)
     

Tre medici, due infermieri ed un operatore positivi verranno trasferiti a Caltanissetta

·1 minuto per la lettura
L'ospedale Vittorio Emanuele a Gela
L'ospedale Vittorio Emanuele a Gela

Esplode un focolaio covid all’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, motivo per cui sarà chiuso e rimodulato il reparto in cui operavano i contagiati: tre medici primario incluso, due infermieri ed un operatore sono positivi e verranno trasferiti all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta utilizzando ambulanze ed elisoccorso.

Focolaio covid all’ospedale di Gela: sette pazienti messi in isolamento

I sette positivi ora risultano in isolamento e la loro assenza, con un reparto che aveva in organico cinque medici, ha portato alla chiusura momentanea del settore. La mancanza del personale ha portato quindi alla necessità di trasferire i pazienti assistiti e di trovare una soluzione celere che potesse garantire cure e tenere in assetto lo spot sanitario di Gela.

La centrale operativa del 118 gestirà il trasferimento dopo il focolaio covid all’ospedale di Gela

Come? In gestione diretta dalla centrale operativa del 118. Allo scopo è stato elaborato un preciso protocollo emergenziale: verranno utilizzate ambulanze ed un elisoccorso di Palermo, attrezzato per il trasporto di pazienti Covid.

Con il focolaio covid all’ospedale di Gela i positivi al Sant’Elia diventano nove

Con i sette in arrivo a Caltanissetta il numero dei pazienti covid passerà a nove e bosognerà rimodulare gli spazi. Il primario della terapia intensiva del Sant’Elia, Giancarlo Foresta, dovrà allestire una nuova rianimazione nel blocco operatorio, come accadde durante la prima ondata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli