Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.104,07
    -102,03 (-0,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.811,40
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8576
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4193
    +0,0068 (+0,48%)
     

Tre navi grano partono da Ucraina nonostante blocco russo

La nave cargo Razoni, battente bandiera della Sierra Leone, che trasporta grano ucraino nel Mar Nero al largo di Kilyos, vicino a Istanbul

ISTANBUL (Reuters) - Tre navi hanno lasciato i porti ucraini a mezzogiorno nell'ambito dell'accordo Onu sulle esportazioni di cereali attraverso il Mar Nero, nel secondo giorno di partenze dopo che la Russia ha sospeso la propria partecipazione all'iniziativa.

Lo ha annunciato in una nota il Centro di coordinamento congiunto (Ccm) guidato dalle Nazioni Unite.

Il comunicato dice che gli spostamenti delle navi sono stati concordati dalle delegazioni di Ucraina, Turchia e Onu presso il Ccm, con sede a Istanbul, e che la delegazione russa è stata informata.

L'istituto ha detto che il coordinatore delle Nazioni Unite per l'Iniziativa del Mar Nero sul grano, Amir Abdulla, ha portato avanti le discussioni con i tre Stati membri nel tentativo di ripristinare la piena partecipazione del centro che supervisiona il transito sicuro delle navi.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Francesca Piscioneri)