Italia markets open in 6 hours 19 minutes
  • Dow Jones

    30.930,52
    +116,26 (+0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.197,18
    +198,68 (+1,53%)
     
  • Nikkei 225

    28.515,30
    -118,16 (-0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    +0,0015 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    29.788,19
    -61,75 (-0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    717,55
    +2,35 (+0,33%)
     
  • HANG SENG

    29.794,41
    +152,13 (+0,51%)
     
  • S&P 500

    3.798,91
    +30,66 (+0,81%)
     

Tredicesime più leggere causa Covid

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Tredicesime più leggere causa Covid
Tredicesime più leggere causa Covid

Per 6,6 milioni di italiani in cassa integrazione la tredicesima mensilità sarà inferiore rispetto allo scorso anno: cento euro in meno per ogni mese di cassa, con ricadute sugli acquisti natalizi

Tra i vari effetti negativi del Covid-19 sulla nostra economia c’è anche l’alleggerimento delle tredicesime. Quest’anno la riceveranno 34 milioni di italiani, 16 milioni di pensionati e 18 milioni di dipendenti, ma l’importo complessivo sarà tre miliardi di euro inferiore rispetto al 2019: 30 miliardi contro 33.

CENTO EURO IN MENO PER OGNI MESE DI CASSA

A farne le spese saranno i lavoratori dipendenti che sono finiti in cassa integrazione, la stragrande maggioranza di essi (6,6 milioni) a causa della crisi economica provocata dalla pandemia. Secondo l’analisi dell’Ufficio Studi della Cgia di Mestre, per ogni mese di cassa integrazione la tredicesima subirà un taglio di cento euro. Per esempio, un dipendente in cassa integrazione dal mese di maggio quest’anno riceverà 800 euro in meno di tredicesima.

ACQUISTI DI NATALE IN CONTRAZIONE

“Questa situazione – spiega il coordinatore dell’Ufficio Studi della Cgia di Mestre Paolo Zabeo - non ha consentito a tante persone di maturare il rateo mensile che definisce economicamente la gratifica, alleggerendone quindi l'importo finale di circa 100 euro per ogni mese di indennità ricevuta. Così gli acquisti di Natale rischiano di subire una contrazione fino al 15%. Se l'anno scorso la spesa complessiva ha sfiorato i 10 miliardi, quest'anno potrebbe scendere a 8,5-9 miliardi”.

PRIMA I PENSIONATI

I primi a ricevere la tredicesima mensilità saranno i pensionati, che potranno incassarla insieme alla pensione di dicembre già dal primo del mese. I lavoratori dipendenti del settore privato, come al solito, riceveranno la tredicesima secondo quanto stabilito dai rispettivi contratti nazionali e comunque non più tardi di Natale. Ai dipendenti pubblici, infine, la tredicesima viene elaborata con il cedolino paga dell'ultimo mese dell'anno, solitamente intorno al 20 di dicembre.