Italia Markets closed

Treni, M5s Lombardia: chi comanda Fnm? Lega senza vergogna

Mda

Milano, 23 nov. (askanews) - "Per la Lega di Salvini i treni sono solo uno spot elettorale, i treni vanno messi dove c'è riscontro tangibile per fare poi i fuochi d'artificio nel post elezioni. Al di là di ogni logica, del buonsenso e del corretto uso dei soldi pubblici, il centro-destra sacrifica i pendolari, i viaggiatori e smantella il trasporto pubblico solo per garantirsi un po' di propaganda a spese dei lombardi". Così Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia, sull'articolo pubblicato oggi da "Il Fatto Quotidiano": "Eravamo tre leghisti in aula: "I treni? Entro le elezioni".

"I treni nuovi li hanno pagati gli italiani e devono essere messi sulle linee al collasso e non in vetrina - ha proseguito il consigliere del Movimento 5 Stelle -. Per i primi 15 treni che arriveranno dobbiamo ringraziare l'ex Ministro Toninelli e il M5S, non sono quelli ordinati dalla Lega, ma la Regione è subentrata a un contratto di Trenitalia. Questa Giunta e questa Maggioranza non meritano di stare alla guida della Lombardia un minuto di più". "FNM e il suo presidente Andrea Gibelli non sono a libro paga di Salvini, ma dei cittadini. Deve dimettersi: quel ruolo deve essere ricoperto da una persona super partes".

"Invitiamo l'Assessore Claudia Terzi - ha esortato Degli Angeli - a un passo indietro, il suo assessorato ai Trasporti è ormai un ministero di Propaganda e nel ruolo non ha più nessuna credibilità. Il Presidente Fontana venga a riferire in aula cosa intende fare del trasporto su treno: la Lombardia ha bisogno di una maggioranza che amministri nell'interesse dei cittadini, non di un ufficio di marketing e comunicazione a spese dei lombardi", conclude Degli Angeli.