Tronchetti al lavoro per rinforzare il controllo del gruppo, rally di Camfin

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
PC.MI12,230,20
MB.MI8,020,59
PPAMF16,840,33
CMF.MI0,820,00

Prosegue ben intonata la seduta a Piazza Affari di Pirelli & C (Other OTC: PPAMF - notizie) . (+0,64% a 9,4 euro) e soprattutto di Camfin (Milano: CMF.MI - notizie) (+5,53% a 0,735 euro). A drenare gli acquisti sul titolo della holding sono le voci secondo cui Marco Tronchetti Provera starebbe sondando il fondo del Qatar per un eventuale lancio di un'opa su Camfin e starebbe inoltre valutando l'ipotesi di un accordo commerciale con Hangzhu Zhongce, un grande produttore di pneumatici cinese, che poi acquisterebbe una quota in Pirelli (Milano: PC.MI - notizie) .

Anche Andrea Bonomi, ceo di Investindustrial, la scorsa settimana ha espresso il suo interesse per Pirelli, ma solo se ci sarà la possibilità di fare un'operazione istituzionale. "Finché c'è un dibattito tra Malacalza e Tronchetti non è possibile", ha aggiunto Bonomi, precisando che al momento il fondo è in attesa, ma che l'unica cosa che importa dal punto di vista industriale è che venga accorciata la catena di controllo perché non è moderna.

L'eventuale accorciamento della catena di controllo sarebbe naturalmente una notizia positiva per tutto il gruppo. Ma gli analisti di Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) (underperform e target price a 7,5 euro confermati sul titolo Pirelli) continuano a vedere appeal speculativo solo su Camfin, dove è possibile un'acquisizione vicino al valore del net asset value.

Passano così in secondo piano le altre indiscrezioni secondo cui ci potrebbe essere una revisione al ribasso dei target della società della Bicocca a causa del rallentamento economico in Europa. In particolare i ricavi 2012 della società dovrebbero essere pari a circa 6,15 miliardi di euro, leggermente sotto i 6,2 miliardi di euro della guidance.

Attualmente le stime degli analisti di Mediobanca e di Intermonte sono già leggermente sotto le indicazioni della società. Mediobanca, ad esempio, si aspetta ricavi sul bilancio 2012 per 6,05 miliardi di euro dai 5,655 miliardi del 2011. Invece la profittabilità è attesa pari al 13,3% (utile netto a 430 milioni, in calo dai 441 milioni del 2011) contro il 12,9% circa previsto da Pirelli.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito