Italia markets open in 7 hours 17 minutes

Trump: “Ci aspettano settimane dure”, le Borse tornano in ribasso

Chiara Merico
Trump: “Ci aspettano settimane dure”, le Borse tornano in ribasso

I listini crollano dopo le parole del presidente Usa, che paventa fino a 240mila morti negli Stati Uniti a causa del coronavirus

Apertura in netto calo per la Borsa di Milano, con l’indice Ftse Mib che ha iniziato le contrattazioni in ribasso del 2,64% sulla scia delle preoccupazioni espresse ieri dal presidente Usa Donald Trump per le conseguenze dell’epidemia di coronavirus. In rosso anche le altre piazze europee: Francoforte perde il 3,27%, Parigi lascia sul terreno il 3,1%  eLondra cede il 3,24% in avvio.  Lo spread tra Btp e Bund è salito in apertura a 202 punti base, contro i 199 della chiusura di ieri.

TRUMP: DUE SETTIMANE MOLTO DURE

A pesare sui listini le fosche previsioni di Trump, che ieri ha fatto sapere di attendersi "due settimane molto dure" paventando fino a 240mila morti negli Usa a causa del coronavirus: i decessi hanno superato quota 1000 nella sola New York.

TRACOLLO PER TOKYO

In Asia nuovo tracollo per la Borsa di Tokyo, dopo la pubblicazione del Tankan che evidenzia la caduta di fiducia delle imprese manifatturiere, con l’indice in territorio negativo per la prima volta in 7 anni, anticipando pesanti ripercussioni sull’economia giapponese a causa del progredire dell’espansione del coronavirus. Il Nikkei ha perso in chiusura il 4,50%,lasciando sul terreno oltre 850 punti.

Schroders: titoli bancari europei, difficile che i prezzi vadano più in basso

Schroders: titoli bancari europei, difficile che i prezzi vadano più in basso


PEGGIOR TRIMESTRE DAL 1998 PER PIAZZA AFFARI

A causa della pandemia di coronavirus, il primo trimestre per Piazza Affari è stato il peggiore dal 1998 a questa parte. Il calo da inizio anno per il Ftse Mib è stato di quasi il 28%, dopo un 2019 di forti rialzi che aveva fatto della Borsa di Milano la seconda nell’Eurozona per rialzi, con un +29%, dopo Atene. I ribassi sono stati generalizzati, tanto che l’indice paneuropeo Stoxx 600 da inizio anno ha ceduto il 23%, mai così tanto dal 2002, mentre quello mondiale, il Msci World, ha lasciato sul campo quasi il 21%,

TRIMESTRE DA DIMENTICARE

Anche per Wall Street quello concluso ieri è stato un primo trimestre da dimenticare. Il Dow Jones ha perso il 23% nel suo peggior primo trimestre della storia, e il peggior trimestre dal 1987.