Lo tsunami Obama affonderà ancora Piazza Affari?

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
DA.MI3,670,00
MF.MI0,040,00
LTOMF30,550,00
GEO.MDD2,260,00
^FCHI4.458,96-25,25

Seduta a due facce quella odierna per le Borse europee che dopo ave avviato gli scambi in positivo, non sono riuscite a confermare le loro buone intenzioni, registrando una brusca inversione di rotta che le ha portate a chiudere gli scambi a ridosso dei minimi intraday. Il Ftse100 ha ceduto l‘1,58%, mentre sono scesi ancor più il Dax30 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che hanno lasciato sul parterre rispettivamente l‘1,96% e l‘1,99%. Ad indossare la maglia nera è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) accusare un ribasso del 2,5% a 15.291 punti, dopo aver toccato un massimo a 15.811 e un minimo a 15.288 punti. La mancata riconquista di area 15.800 ha provocato una pioggia di vendite che ha spinto i corsi al di sotto dei 15.500, con conseguente approdo fin poco sotto i 15.300 in chiusura di sessione. Il ribasso odierno è stato alimentato da forti volumi di scambio e questo contribuisce a gettare un’ombra pesante sull‘evoluzione del Ftse Mib nel brevissmo. C’è da dire però che l’indice è stato capace già nelle scorse sedute di difendere l’area dei 15.300/15.250, per cui non è da escludere una ripartenza dei corsi da questa fascia di prezzo, dove si andrebbe a disegnare un potenziale doppio minimo.

Conferme in questa direzione si avranno con recuperi verso i 15.500 punti, ma un primo allentamento delle pressioni ribassiste si avrà solo con il superamento dei 15.800, preludio ad un test dei 16.000 punti. Positivo sarà il recupero di questo livello che aprirà le porte ad ulteriori estensioni rialziste verso i 16.300 e i 16.500, il raggiungimento dei quali appare però prematuro almeno per il momento. Ulteriori segnali negativi arriveranno con la mancata riconquista dei 15.500 e con discese al di sotto dei 15.300/15.250. La violazione di questa fascia supportiva spingerà i corsi verso l’area dei 15.000 punti, dove in prima battuta si dovrebbe assistere ad un tentativo di recupero, pena la prosecuzione delle vendite verso i 14.800 e i 14.500 nella peggiore delle ipotesi.

, Sul fronte macro Usa domani si guarderà alla bilancia commerciale di settembre per la quale le attese parlano di un rosso di 45 miliardi di dollari, in peggioramento rispetto ai 44,22 di agosto. Per le nuove richieste di sussidi di disoccupazione le previsioni indicano un rialzo a 374mila unità rispetto alle 363mila della rilevazione precedente. In serata, dopo la chiusura dei listini saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Groupon, con un eps atteso di 0,04 dollari, insieme ai conti di Nvidia Corporation (NasdaqGS: NVDA - notizie) e di Walt Disney, per i quali si prevede un utile per azione rispettivamente di 0,3 e di 0,68 dollari. In Europa è previsto un duplice appuntamento con le banche centrali visto che la Bank of England annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi allo 0,5%. Nessuna sorpresa è attesa dalla BCE che manterà invariato il costo del denaro allo 0,75%, ma come sempre sarà importante seguire con attenzione la conferenza stampa del presidente Draghi. A Piazza Affari domani presenteranno i risultati del terzo trimestre e dei primi nove mesi dell’anno Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) , Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) , A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) , Finmeccanica (Xetra: A0ETQX - notizie) , Mediolaum, Prysmian (Berlino: AEU.BE - notizie) e Terna (Milano: TRN.MI - notizie) , insieme ad alcune società a piccola e media capitalizzazione. Si tratta di: Acque Potabili (Milano: ACP.MI - notizie) , Banco Desio (Milano: BDB.MI - notizie) e della Brianza, Dada (Milano: DA.MI - notizie) , Full Six (Milano: FUL.MI - notizie) , Geox (MDD: GEO.MDD - notizie) , IGD (Berlino: IF8.BE - notizie) , Isagro (Milano: ISG.MI - notizie) , Maire Tecnimont (Berlino: 30Y.BE - notizie) , Montefibre (Milano: MF.MI - notizie) , RCF Group (Berlino: 3R2.BE - notizie) , Valsoia (Milano: VLS.MI - notizie) e Vianini Lavori (Stoccarda: 876677 - notizie) . Tra le blue chips da seguire Lottomatica (Other OTC: LTOMF.PK - notizie) che ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 48,9 milioni di euro, in calo rispetto ai 58,5 dello stesso periodo dello scorso anno. Stabili i ricavi che si sono attestati a 740,2 milioni in confronto ai 740,9 del terzo trimestre 2011. Uno sguardo anche ai titoli del settore petrolifero dopo che i prezzi dell’oro nero stanno crollando al di sotto degli 85 dollari al barile.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.762,94 0,79% 16:26 CEST
Eurostoxx 50 3.178,28 0,67% 16:09 CEST
Ftse 100 6.663,57 0,27% 16:10 CEST
Dax 9.544,54 0,58% 16:10 CEST
Dow Jones 16.507,98 0,04% 16:27 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati