Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.691,59
    +438,47 (+1,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Turchia, inflazione balza del 36% in crisi lira, massimo da 2002

·1 minuto per la lettura
Una banconota in lira turca di fronte a un grafico azionario

ISTANBUL (Reuters) - A dicembre in Turchia l'inflazione su base annua è balzata del 36,08% ai massimi dal settembre 2022, superando di gran lunga le attese.

È quanto emerso dai dati a cura dell'istituto nazionale di statistica, che riflettono il crollo valutario della lira degli ultimi mesi dello scorso anno.

Su base congiunturale i prezzi al consumo sono aumentati del 13,58%, secondo il Turkish Statistical Institute, a fronte di un +9% emerso dalle previsioni di un sondaggio Reuters. Le attese relative alla crescita dell'inflazione su base annua erano pari a 30,6%.

Lo scorso anno la lira ha perso il 44% del proprio valore dopo mesi di novembre e dicembre particolarmente volatili.

A dicembre l'indice dei prezzi alla produzione è cresciuto del 19,08% su mese, portando a segno un +79,89% su base tendenziale, come emerge dai dati, che riflettono l'aumento dei prezzi all'import dovuto al crollo valutario.

Si tratta della lettura più alta dei prezzi al consumo dal 37,0% registrato nel settembre 2002, prima che il partito Ak del presidente Tayyip Erdogan salisse al potere per la prima volta a novembre di quell'anno. Le previsioni degli economisti si attestavano tra 26,4% e il 37,3%.

I prezzi al consumo sono stati trascinati al rialzo dai costi dei trasporti, aumentati del 53,66% su anno, mentre i prezzi di cibo e bevande sono balzati del 43,8%.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli