Italia markets open in 8 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    34.152,01
    +239,61 (+0,71%)
     
  • Nasdaq

    13.102,55
    -25,55 (-0,19%)
     
  • Nikkei 225

    28.868,91
    -2,89 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0173
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    23.466,15
    -404,32 (-1,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    569,15
    -2,76 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    19.830,52
    -210,38 (-1,05%)
     
  • S&P 500

    4.305,20
    +8,06 (+0,19%)
     

Turismo, per Emma Villas boom prenotazioni ville e tenute di pregio

(Adnkronos) - Estate con il vento in poppa per gli affitti brevi di ville e tenute di pregio al mare, in campagna o anche vicine ai centri storici con Toscana e Umbria in pole position. Con la ripartenza del turismo, con gli italiani e soprattutto gli stranieri che sono tornati a viaggiare, il business registra una forte crescita di prenotazioni con alcune regioni che segnano addirittura il sold out. A tracciare All'Adnkronos un primo bilancio della stagione è Giammarco Bisogno, fondatore e ceo di Emma Villas, la società italiana leader nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata). Gestisce in esclusiva più di 500 proprietà in Italia (nel 2019 erano 450) e vanta un fatturato in crescita passato dai 14 milioni di euro del 2019 ai 27 milioni del 2022.

"Italiani e stranieri, dopo gli anni difficili della pandemia, sono tornati a viaggiare. Lo confermano gli ottimi risultati in termini di prenotazioni per i mesi di giugno e luglio. Rispetto a giugno 2021, dove avevamo registrato 489 settimane prenotate, oggi - riferisce Bisogno - siamo arrivati a 1.276 settimane prenotare (+160,94%). Anche luglio vede, ad oggi, un trend molto positivo, con un aumento di oltre il +27% di settimane prenotate. In alcune regioni siamo quasi sold out, col 90% di strutture disponibili prenotate. In questo contesto, ci piace sottolineare la progressiva fidelizzazione della clientela italiana, che sta sempre di più apprezzando i vantaggi della vacanza in villa all’insegna di relax, esclusività di spazi, sicurezza del soggiorno e massima privacy".

"Le previsioni per i mesi di agosto e settembre - prosegue Bisogno - conferma i numeri più che positivi di giugno e luglio. Ad oggi, rispetto agli stessi mesi del 2021, assistiamo ad un aumento del 20% per agosto e di oltre il 100% per settembre. Una conferma delle scelte positive portate avanti da Emma Villas in tutti questi anni, un modello che si è rivelato solido anche in periodi di estrema complessità per tutto il turismo mondiale".

"I nostri clienti scelgono soprattutto la campagna, le località di mare – ovviamente - e le dimore di pregio vicine ai centri storici. Le regioni più amate, in termini di settimane prenotate, sono la Toscana e l’Umbria. A seguire le Marche, la Sicilia e l’Emilia-Romagna. La Toscana è la regione più prenotata d’Italia, con 2600 prenotazioni equivalenti a oltre 3400 settimane, tra italiani e stranieri che scelgono i suoi tesori artistici, naturali ed enogastronomici per passare le vacanze. Qui - sottolinea Bisogno - registriamo anche la più alta rappresentanza in termini di bandiere straniere, con oltre 50 nazionalità di provenienza, e la mia convinzione da imprenditore è che continuare ad investire in questo territorio nell’acquisizione di strutture di qualità e nel potenziamento dei servizi continuerà a portare ottimi risultati per Emma Villas".

"Chi sceglie la soluzione degli affitti brevi di ville e casali di pregio per trascorrere le proprie vacanze sono – ancora oggi – soprattutto gli stranieri, che rappresentano circa l’86% della nostra clientela. Gli italiani sono circa il 14% dei nostri clienti anche se negli ultimi anni abbiamo visto questa quota di connazionali ampliarsi e rafforzarsi in termini di numeri, a riprova del fatto che, una volta provata questa esperienza, hanno scelto di confermarla anche negli anni successivi".

"Se guardiamo alle prenotazioni dall’estero, sicuramente - indica Bisogno - i principali turisti che ci scelgono arrivano da Regno Unito (circa 20% del totale), Germania (15% circa), USA (14% circa), Paesi Bassi (poco meno del 10% del totale prenotato), fino a Svizzera, Belgio, Danimarca, Svezia e Francia".

Davanti a questi numeri, il ceo di Emma Villas non nasconde, dunque, la sua soddisfazione anche in considerazione del fatto che il business vede in prospettiva un'ulteriore crescita ed espansione. "Siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti, peraltro in anni davvero complessi. Abbiamo tanti territori in forte espansione dal punto di vista dell’offerta turistica di ville e casali di pregio, come la Sicilia e la Puglia, anche se vediamo davanti ancora molti margini di miglioramento in termini di promozioni di queste zone fra la clientela straniera. Uno sforzo congiunto che dovrebbe vedere unite le aziende e le istituzioni. In generale, però, posso dire - spiega Bisogno - che il segreto del successo di Emma Villas sia dovuto a un modello unico e al potenziamento della rete acquisitiva (arrivata a più di 50 figure), la multicanalità, l’innovazione tecnologica che sono i nostri tre principali drivers di sviluppo per continuare a crescere".

"Il nostro modello ci pone rispetto ai proprietari come interlocutore unico in grado di soddisfare tutte le esigenze connesse alle proprietà e questo ci ha resi unici sul mercato. Investiamo finanziariamente su contratti pluriennali che garantiscono un reddito immediato (già alla firma del contratto) e garantito ed una gestione complessiva delle ville per proprietari che hanno esigenza di ricavi e certezze economiche nel tempo, ma anche qualità e cura del proprio immobile (property management). Questo ci ha permesso di diventare, per più di 500 proprietari, un interlocutore unico, il partner ideale per chi non vuole preoccupazioni di reddito, problemi e stress di gestione degli ospiti e della proprietà, e desideri in serenità tutelarla mantenendone il valore nel tempo", conclude Bisogno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli