Italia markets open in 8 hours 45 minutes
  • Dow Jones

    29.490,89
    +765,38 (+2,66%)
     
  • Nasdaq

    10.815,43
    +239,82 (+2,27%)
     
  • Nikkei 225

    26.215,79
    +278,58 (+1,07%)
     
  • EUR/USD

    0,9833
    +0,0032 (+0,32%)
     
  • BTC-EUR

    19.917,46
    +262,79 (+1,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    444,05
    +8,70 (+2,00%)
     
  • HANG SENG

    17.079,51
    -143,32 (-0,83%)
     
  • S&P 500

    3.678,43
    +92,81 (+2,59%)
     

Turismo, Pompili (Veratour): recuperato già 80% su stagione 2019

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 set. (askanews) - Gli estremi sono due. Dopo lo choc del Covid anche la formula dei villaggi turistici cambierà completamente. All'altro estremo si dice: è sufficiente riprendere esattamente come prima, tanta è la voglia di vacanza e di star bene repressa in questi due anni e mezzo. L'approccio più completo sembra stare, come sempre, nel mezzo. Come dimostra Veratour che ha continuato a credere in questa formula e presenta un bilancio dell'estate più che soddisfacente visti i tempi. Le prime stime parlano di un recupero dell'80% dei risultati rispetto alla stagione estiva 2019, come spiega il direttore generale Stefano Pompili: "Il picco l'abbiamo registrato in luglio e agosto, ma a settembre contiamo di raggiungere un 85% delle prenotazioni fatte prima della pandemia".

La stagione estiva è partita con i migliori auspici, con il taglio del nastro del villaggio vacanze Veraclub Amasea, sulla costa est della Sardegna, a circa 600 metri dal centro di San Teodoro. Una struttura completamente rinnovata in 18 mesi, con un investimento di oltre 10 milioni di euro. "Nel villaggio - ricorda il direttore della struttura Denis Bruno - ci sono 127 camere e si possono ospitare oltre 200 villeggianti. I lavori di ristrutturazione sono durati 18 mesi e si è pensato ad ogni dettaglio. Chi soggiorna qui ha la stessa sensazione di vivere in una casa sul mare".

Dopo i mesi invernali e le ristrettezze dovute alla pandemia si è tornato a "vendere di tutto" nelle agenzie di viaggi: "il 40% di chi prenota un viaggio con noi ci sceglie anche una seconda o una terza volta - precisa Pompili -. Abbiamo clienti storici, che preferiscono prenotare il proprio viaggio con almeno 60 giorni d'anticipo. Al momento il 3% dei nostri pacchetti sono venduti online e tendiamo a stabilizzarci al 5% nei prossimi mesi, a regime potremo arrivare al 10% del totale delle vendite". Tanta Italia quest'estate ma anche Grecia e Albania, senza mai perdere di vista Egitto e Tunisia "mai avuto così tante presenze a Sharm el-Sheikh come quest'anno".

Ancora alcune settimane nei villaggi turistici italiani e poi l'attenzione si sposta sul lungo raggio: Zanzibar, Oman, Kenya e Madagascar le mete più gettonate. "Con un preoccupazione in più legata ai costi energetici che ci penalizzano sulla marginalità, dal momento che si tratta di costi aggiuntivi che cerchiamo di non imputare al cliente" conclude il direttore generale di Veratour.