Italia markets open in 6 hours 5 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.507,79
    +174,27 (+0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1421
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • BTC-EUR

    37.013,55
    -867,07 (-2,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.017,02
    -8,71 (-0,85%)
     
  • HANG SENG

    24.372,85
    +154,82 (+0,64%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Turismo, Zanetti (Costa Crociere): "da nuove norme impatto negativo ma continuiamo a investire"

·2 minuto per la lettura

"L'irrigidimento delle misure di contrasto al covid ha sicuramente avuto un impatto negativo sulle nostre operazioni e sulle vendite: posso dire che hanno influito in modo importante, creando non solo rallentamenti nelle prenotazioni ma anche cancellazioni". Arriva dal direttore generale di Costa Crociere, Mario Zanetti, il bilancio per ora iniziale e di sicuro negativo delle nuove norme che rafforzano le misure di contenimento anti-covid per i viaggiatori e non 'aprono' altri corridoi per consentire più spostamenti verso mete esotiche, ambite dalle compagnie che organizzano crociere anche ai Caraibi.

"Rispetto all'andamento dei contagi - dice Zanetti a margine dell'inaugurazione del nuovo porto turistico di Dubai da cui la nave Costa Firenze ha iniziato la crociera di Natale - ci aspettavamo delle aperture, le nostre attese come quelle degli altri operatori erano ben diverse". Certo "con le nuove restrizioni viene naturale frenare e il rallentamento si riflette in tutti i settori del turismo quindi anche sul nostro".

Ancora più di metà delle navi della compagnia che fa capo a Carnival group ma che batte bandiera italiana e ha la sede a Genova sono ferme: nei programmi dovrebbero ripartire in primavera. Le attese erano basate non su auspici ma su dati molto positivi che testimoniano la voglia di ripartire degli italiani: "abbiamo al momento più passeggeri di quanti ce n'erano nel 2019", spiega il manager che sottolinea come proprio l'area di Dubai e del golfo continui ad attrarre visitatori tanto da diventare "strategica" per il gruppo che è diventato main sponsor dell'expo 2020.

"Anche a causa dei cambiamenti climatici la nostra programmazione invernale si allunga sempre più e nelle destinazioni dell'area vediamo nuove opportunità per proporre itinerari inediti a una distanza accettabile (sei ore) dall'Italia, con una meta iperconnessa anche con i principali hub europei", osserva Zanetti. Possibili altre destinazioni se si punta a una navigazione che non superi una giornata potrebbero essere individuate in paesi come Arabia saudita, Kuwait e Barhein ma nulla ancora è deciso e si continua a lavorare.

"In un clima meno certo di prima il mondo del consumo ha bisogno di stabilità e ancora di più il turismo - prosegue - quindi ogni volta che le regole vengono aggiustate c'è un impatto operativo". Del resto "lavorare sui protocolli per noi è naturale, lo abbiamo sempre fatto e quindi non abbiamo difficoltà ad implementarli, ma c'è da tenere presente che parliamo di investimenti importanti che vanno dall'hardware ai prodotti detergenti, alla formazione per i dipendenti: è un costo di svariati milioni per il gruppo che comunque continua a investire - conclude - anche nel miglioramento della flotta esistente".

(Dall'inviata Laura Valentini)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli