Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.346,30
    +115,96 (+0,34%)
     
  • Nasdaq

    13.499,08
    -83,34 (-0,61%)
     
  • Nikkei 225

    29.331,37
    +518,77 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2060
    +0,0051 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    46.162,49
    -1.582,86 (-3,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.435,30
    -36,12 (-2,45%)
     
  • HANG SENG

    28.637,46
    +219,46 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.170,35
    +2,76 (+0,07%)
     

I turni di notte per le sepolture nel cimitero di San Paolo

·1 minuto per la lettura

AGI - In quasi tre decenni di lavoro nel più grande cimitero di San Paolo, i più antichi non ricordano di aver eseguito più di 10 sepolture notturne. Ma da quando la seconda ondata della pandemia di coronavirus ha colpito il Brasile, quell'eccezione è diventata la regola.

Il vertiginoso aumento dei morti a San Paolo negli ultimi mesi ha costretto il sindaco della città più ricca e popolosa del Paese ad adattare la pianificazione funeraria. Ora, oltre ad assumere più personale e veicoli, sono stati aggiunti turni notturni in quattro dei 22 cimiteri comunali, dove vengono scavate 600 tombe ogni giorno.

Uno di questi è Vila Formosa, il più grande cimitero dell'America Latina e una vetrina per le conseguenze della pandemia in Brasile, dove più di 360.000 persone sono già morte a causa del Covid-19. Alle 18:00 entra il turno di notte. Due enormi lampade alimentate da generatori si accendono, illuminano le tombe e riempiono l'aria dell'odore del gasolio.