Italia markets close in 57 minutes
  • FTSE MIB

    24.566,22
    -55,50 (-0,23%)
     
  • Dow Jones

    34.191,32
    -238,56 (-0,69%)
     
  • Nasdaq

    11.333,44
    -128,05 (-1,12%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    81,07
    +1,09 (+1,36%)
     
  • BTC-EUR

    16.228,77
    -76,65 (-0,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    403,78
    -7,43 (-1,81%)
     
  • Oro

    1.787,00
    -22,60 (-1,25%)
     
  • EUR/USD

    1,0521
    -0,0010 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.031,81
    -39,89 (-0,98%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.959,00
    -18,90 (-0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8625
    +0,0052 (+0,61%)
     
  • EUR/CHF

    0,9892
    +0,0025 (+0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4216
    +0,0030 (+0,21%)
     

Twitter, 'autogol' Elon Musk: aumentano account falsi vip

(Adnkronos) - I fake illustri aumentano su Twitter, le finte celebrità si moltiplicano nel social targato Elon Musk dopo il varo della 'spunta blu a pagamento' e l'introduzione di un nuovo sistema di verifica. In precedenza, celebrità, politici, giornalisti e altre figure pubbliche dovevano fornire una prova di identificazione prima di ricevere il badge di verifica con il bollino blu. Con il nuovo modello, tutti gli utenti che si abbonano a 8 dollari al mese riceveranno un account verificato. Musk, proprio nelle ultime ore, ha lanciato dal proprio profilo un sondaggio: "State vedendo molti meno bot?", la domanda. Dopo quasi 400mila voti, i 'sì' e i 'no' sono in sostanziale equilibrio.

Musk ha sostenuto che l'autenticazione attraverso i servizi di pagamento e le piattaforme di app di Apple e Google fosse sufficiente: in sostanza, Twitter avrebbe potuto fare a meno della propria verifica dell'identità. Musk ha anche minacciato di dare un giro di vite agli account falsi e a quelli parodia, affermando che chiunque gestisca un profilo con il nome di un'altra persona e non lo segnali come parodia sarà bandito senza preavviso.

Nonostante ciò, dopo l'introduzione del nuovo sistema sono spuntati diversi account falsi. Un utente che fingeva di essere LeBron James, ad esempio, ha twittato mercoledì che la stella del basket stava pianificando di lasciare i Los Angeles Lakers, suscitando un certo scalpore prima che l'account @KINGJamez, che differisce solo leggermente dal nome ufficiale di LeBron @KingJames, venisse bloccato. Sono stati creati anche account falsi per celebrità e aziende.

In quella che potrebbe essere una promessa di maggiore controllo, Musk ha twittato mercoledì scorso: "Nei prossimi giorni, aggiungeremo granularità al badge verificato, come l'affiliazione organizzativa e la verifica dell'identità".