Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.095,00
    +29,95 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,77 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    110,35
    +0,46 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    27.805,78
    -302,74 (-1,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.845,10
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0562
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.657,03
    +16,48 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    -0,0039 (-0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,0288
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3556
    -0,0013 (-0,09%)
     

Twitter, Elon Musk contro i 'bot spam': ma è polemica

(Adnkronos) - Il magnate Elon Musk vorrebbe fermare su Twitter i 'bot spam' ma i rumor su questa sua decisione - di cui non si conoscono i particolari - sollevano fin da ora un'alzata di scudi e opinioni opposte sulla tutela dell'anonimato e sulla libertà di parola che comporterebbe la decisione di registrare tutte le persone titolari di un account twitter.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, sebbene Musk abbia offerto pochi o nessun dettaglio su come intende portare a termine questo piano, gli esperti legali affermano infatti che la repressione degli account automatizzati o non autentici potrebbe anche minare la libertà di espressione perché un titolare di account registrato da Twitter potrebbe minacciare la capacità degli utenti di parlare in modo anonimo o di utilizzare pseudonimi, aspetti che secondo gli esperti di libertà di espressione possono essere fondamentali per proteggere individui più emarginati.

Se la possibile decisione di Musk "volesse dire che devi usare il tuo vero nome sulle piattaforme dei social media, avrei reali preoccupazioni al riguardo" ha detto Jameel Jaffer, direttore esecutivo del Knight First Amendment Institute della Columbia University. Bloccare gli utenti dall'uso di pseudonimi o account anonimi, ha osservato Jaffer, potrebbe infatti esporre i critici dei governi di tutto il mondo a ritorsioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli