Italia markets open in 2 hours 14 minutes
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,94 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,38 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.647,11
    -871,23 (-2,95%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    45.540,43
    -3.643,20 (-7,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.460,29
    -101,00 (-6,47%)
     
  • HANG SENG

    27.982,21
    -613,45 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     

Uber entra nel business della consegna di alcolici a domicilio

Gaia Terzulli
·2 minuto per la lettura
Uber entra nel business della consegna di alcolici a domicilio
Uber entra nel business della consegna di alcolici a domicilio

L'azienda di San Francisco acquista Drizly, piattaforma specializzata nella consegna di alcolici. La notizia fa impennare il titolo di Uber del +7%

Macchine e alcolici, binomio pericoloso. Ma se la legge li tiene rigorosamente distanti, il mercato ha trovato il modo di avvicinarli. Anzi, di unirli.

UBER ACQUISTA DRIZLY

Il 2 febbraio Uber ha annunciato l’acquisto di Drizly, piattaforma di e-commerce specializzata nella consegna di alcolici, per 1,1 miliardi di dollari in azioni e contanti. L’accordo dovrebbe concludersi entro la prima metà del 2021. La società californiana specializzata nel trasporto su ruote ha fatto sapere che il 90% dell’operazione sarà pagato in azioni, il restante 10% in contanti.

UBER PUNTA SUL COMMERCIO

Una volta completato il passaggio, Drizly diventerà una sussidiaria interamente di proprietà di Uber, anche se continuerà a mantenere la propria app. Il mercato di quella che in molti hanno definito “l’Amazzonia dei liquori” andrà così a integrarsi all’app Uber Eats.

IL BOOM DI UBER EATS

Lanciato la prima volta nel 2012, Drizly è oggi il principale servizio di alcol delivery negli Stati Uniti, attivo in 1400 città. Il suo ingresso nell’orbita Uber darà ulteriore slancio al segmento Uber Eats, che durante la pandemia è riuscito a colmare l’enorme perdita di incassi nel settore dei trasporti, dovuta a una mobilità drasticamente ridotta. “In questo periodo la nostra attività di consegna è cresciuta a tassi straordinari”, ha dichiarato a CNBC la CEO di Uber, Dara Khosrowshahi. Merito del servizio a domicilio che l’emergenza sanitaria ha fatto letteralmente decollare.

IL DECOLLO DI UBER IN BORSA

Vale anche per Drizly, che afferma di aver registrato una crescita di oltre il 300% nell’ultimo anno. Dopo l’annuncio della sua acquisizione da parte di Uber, il titolo dell’azienda di San Francisco ha spiccato il volo, attestandosi a 56,46%, con un aumento del 7%.