Italia markets open in 7 hours 57 minutes

Ubi, fondazione Crc con altri soci valuta implicazioni dopo offerta Intesa

Il logo della Banca UBI a Brescia

MILANO (Reuters) - Gli azionisti di Ubi rimangono alla finestra per l'offerta a sorpresa lanciata da Intesa Sanpaolo sull'istituto e si riservano di esaminare l'operazione.

In una nota, la fondazione Crc, primo azionista di Ubi con il 5,9%, si limita a spiegare che sta esaminando il quadro delineatosi dopo l'offerta di Intesa insieme agli altri soci del patto di consultazione Car che aggrega il 18% del capitale della banca lombarda.

"Valuteremo con particolare attenzione le implicazioni dell’offerta e i possibili scenari, alla luce della centralità di Ubi per l’Italia e il suo sistema bancario e finanziario", dice il presidente di Crc Giandomenico Genta.

Domani, ha riferito una fonte, è in programma un cda di Ubi, che valuterà l'operazione. Secondo alcune fonti, l'offerta di Intesa, anche se non ostile, non è stata concordata con il management di Ubi.

L'AD di Intesa Sanpaolo Carlo Messina ha detto stamani che l'offerta non è "amichevole tecnicamente" ma l'approccio dell'istituto non è ostile.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia


(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Elvira Pollina, Cristina Carlevaro)