Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 4 hours 30 minutes
  • FTSE MIB

    32.628,49
    -72,43 (-0,22%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,29
    -0,20 (-0,26%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.099,44
    -507,23 (-1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.041,00
    -8,40 (-0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,0854
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.866,45
    -6,12 (-0,13%)
     
  • EUR/GBP

    0,8548
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9546
    +0,0015 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4667
    +0,0057 (+0,39%)
     

Ubs, possibile rialzo target Roe - presidente

Il presidente della banca svizzera Ubs Colm Kelleher a Hong Kong

ZURIGO (Reuters) - Il Roe di Ubs potrebbe essere più elevato di quanto attualmente previsto, una volta completata l'integrazione di Credit Suisse.

Lo ha detto il presidente della banca svizzera Colm Kelleher in un'intervista a Bloomberg in occasione del forum di Davos.

"Abbiamo fissato come linea guida un Roe al 15% alla fine del 2026 e ovviamente potrebbe esserci un rialzo in questo senso", ha detto.

La più grande banca svizzera ha detto che annuncerà un piano strategico triennale a febbraio insieme ai risultati del quarto trimestre.

La banca sta lavorando per integrare la sua ex rivale e ha iniziato a unire i team e a ridurre i dipendenti della banca nata dall'operazione di acquisizione.

Kelleher, che in passato si è espresso contro la cultura aziendale di Credit Suisse, ritiene che le persone che Ubs ha assunto dopo l'acquisizione si siano inserite bene.

"In larga misura molti cattivi attori se ne sono andati", ha detto Kelleher. "Le persone che abbiamo coinvolto, nel complesso hanno funzionato abbastanza bene; siamo rimasti piuttosto sorpresi."

(Tradotto da Alberto Chiumento, editing Gianluca Semeraro)