Italia markets open in 3 hours 50 minutes
  • Dow Jones

    33.852,53
    +3,07 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    10.983,78
    -65,72 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.883,27
    -144,57 (-0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,0354
    +0,0019 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    16.312,26
    +421,92 (+2,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    400,57
    +11,85 (+3,05%)
     
  • HANG SENG

    18.239,95
    +35,27 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    3.957,63
    -6,31 (-0,16%)
     

Uccisa la giovane simbolo della protesta contro il velo in Iran

no credit

AGI - Capelli biondi e niente velo: si chiamava Hadis Najafi, aveva appena 20 anni ed è stata uccisa dalle forze di sicurezza iraniane, ieri sera, durante le proteste nella città di Karaj, vicino a Teheran. Secodo vari account Twitter, la ragazza è stata raggiunta da sei colpi di proiettile che l'hanno raggiunto al petto, in viso e al collo.

This Iranian woman is getting ready to stand face to face to security forces. Iranian regime have guns and bullets but they scared of our hair.
They killed #MahsaAmini for a bit of hair. Let's have a Hair Revolution.
Our hair will bring down Islamic dictators. #مهسا_امینی pic.twitter.com/skjaPF63Ml

— Masih Alinejad ️ (@AlinejadMasih) September 24, 2022

La giovane era diventata una delle ragazze simbolo delle proteste: quando affrontava la polizia, era senza velo perché contraria all'hijab obbligatorio e alle leggi discriminatorie della Repubblica islamica. In un video che era circolato sui social, si vedeva chiaramente la giovane legarsi i capelli con l'elastico prima di unirsi ai manifestanti. Un gesto comune a tante ragazze occidentali, fatto ogni giorno, ma che in Iran si puo' pagare con la vita.

Governo iraniano: "Tv in inglese istigano a rivolte"

Il ministero degli Esteri iraniano ha convocato l'ambasciatore britannico a Teheran per esprimere la protesta dell'Iran nei confronti di quelli che considera "tentativi ostili dei canali televisivi in lingua persiana con sede a Londra di istigare violenze" nel quadro delle proteste in scoppiate in diverse citta' per la morte della giovane Mahsa Amini. Lo riporta il Tehran Times.

Il riferimento del governo iraniano potrebbe essere, tra gli altri, al canale in farsi della Bbc.