Italia markets close in 4 hours 25 minutes
  • FTSE MIB

    24.158,24
    -49,18 (-0,20%)
     
  • Dow Jones

    33.781,48
    +183,56 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    11.082,00
    +123,45 (+1,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.901,01
    +326,58 (+1,18%)
     
  • Petrolio

    71,80
    +0,34 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    16.333,03
    +259,47 (+1,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    407,04
    +12,35 (+3,13%)
     
  • Oro

    1.812,50
    +11,00 (+0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,0560
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    3.963,51
    +29,59 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    19.900,87
    +450,64 (+2,32%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.934,78
    +13,51 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8607
    -0,0019 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    0,9845
    -0,0039 (-0,39%)
     
  • EUR/CAD

    1,4369
    +0,0024 (+0,17%)
     

Ucraina, Zelensky ai russi: "Putin vi manda a morire, disertate"

(Adnkronos) - Vladimir Putin "vi manda a morire". Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un videomessaggio "in russo per i russi", si esprime così dopo la mobilitazione ordinata dal Cremlino: almeno 300.000 riservisti destinati a combattere nella guerra in Ucraina. ''Non è un caso che la mobilitazione criminale dichiarata dalla Russia sia stata immediatamente definita una tomba dagli stessi cittadini russi. I comandanti russi non si preoccupano della vita dei russi: devono solo riempire gli spazi vuoti lasciati dai soldati russi morti, feriti, fuggiti o catturati'', dice Zelensky.

''Chi riempirà questi posti, al vostro governo non importa'', ma ''per voi è arrivato il momento chiave: in questo momento si sta decidendo se la vostra vita finirà'', aggiunge il presidente ucraino.

''Non ricevere una convocazione è meglio che morire in una terra straniera come criminale di guerra. E' meglio scappare dalla mobilitazione criminale che essere paralizzati e poi rispondere davanti al tribunale per aver partecipato a una guerra di aggressione. Arrendersi alla prigionia ucraina è meglio che morire sotto i colpi delle nostre armi'', prosegue.

"L'eroismo e il coraggio dei nostri soldati, la voglia di combattere per l'indipendenza e la giustizia, che hanno unito tutto il nostro popolo, non lasciano alcun dubbio sul fatto che l'Ucraina prevarrà e che tutti gli invasori sul nostro territorio saranno definitivamente sconfitti", conclude.