Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.645,95
    +510,96 (+1,75%)
     
  • Nasdaq

    10.993,39
    +163,89 (+1,51%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9728
    +0,0130 (+1,35%)
     
  • BTC-EUR

    20.119,91
    +407,59 (+2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    445,69
    +16,90 (+3,94%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.709,90
    +62,61 (+1,72%)
     

Ue, i 27 verso accordo su regolamento contro rincari energia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 21 set. (askanews) - Gli ambasciatori dei Ventisette nel Coreper (il comitato dei rappresentanti permanenti degli Stati membri, che prepara le riunioni ministeriali del Consiglio Ue) hanno discusso oggi a Bruxelles la proposta di regolamento presentata dalla Commissione contro i forti aumenti dei prezzi dell'energia.

Fonti diplomatiche a Bruxelles riferiscono che rimangono ancora aperte alcune questioni, ma "l'impressione è che si possa arrivare a un accordo" per l'approvazione del regolamento al Consiglio Energia straordinario del 30 settembre.

Le misure proposte sono sostanzialmente tre: una riduzione obbligatoria della domanda elettrica nelle ore di punta in tutti gli Stati membri, un tetto ai ricavi per le aziende che forniscono energia da fonti rinnovabili e nucleare sul mercato elettrico, e un prelievo sugli extra profitti delle aziende che forniscono elettricità da fonti fossili, con la redistribuzione delle risorse raccolte, in questi ultimi due casi, ai consumatori (famiglie e imprese) più vulnerabili, per compensare i rincari.

Nelle prossime ore, la Presidenza semestrale di turno ceca del Consiglio Ue dovrebbe presentare una versione rivista della proposta che tenga conto dell'esito del dibattito di oggi in Coreper, e integri alcuni punti sollevati dagli ambasciatori.

Il nuovo documento sarà discusso dapprima in gruppo di lavoro specializzato in seno al Consiglio, e poi dallo stesso Coreper la prossima settimana, il 28 settembre.

Lo stesso giorno, la Commissione dovrebbe presentare una nuova comunicazione sui temi dell'energia che dovrebbe poi essere discussa anch'essa dai ministri al Consiglio del 30, hanno riferito ancora le fonti.