Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.255,58
    -378,34 (-2,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Ue deciderà creazione fondo per ricostruzione Ucraina, dettagli ancora vaghi

Diverse bandiere dell'Unione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - Il 30 maggio i leader dell'Unione europea decideranno di istituire un fondo per la ricostruzione dell'Ucraina una volta terminata la guerra con la Russia, ma resteranno vaghi su come sarà finanziato.

È quanto emerge da una bozza delle conclusioni del summit, consultata da Reuters.

La Commissione europea ha proposto mercoledì di istituire un fondo per la ricostruzione dell'Ucraina (RebuildUkraine), composto da sovvenzioni e prestiti di entità non specificata, sul modello dell'attuale Recovery Fund Ue per cui il blocco ha fatto congiuntamente ricorso al mercato.

"Dovrebbe essere istituita una piattaforma per la ricostruzione dell'Ucraina, che riunisca il governo ucraino, gli Stati membri, l'Unione europea e i partner, le organizzazioni e le istituzioni finanziarie", si legge nella bozza.

"La piattaforma sarà sostenuta da un nuovo strumento di solidarietà Ue che combini i contributi dell'Unione europea e degli Stati membri", prosegue la bozza, senza specificare se il nuovo strumento di solidarietà del blocco debba includere nuovo debito congiunto.

La Germania si è detta contraria a un maggiore indebitamento comune dell'Unione europea.

Le stime degli economisti sul costo della ricostruzione dell'Ucraina variano ampiamente tra i 500 miliardi di euro e i 2.000 miliardi di euro, a seconda delle ipotesi sulla durata del conflitto e sulla gravità dei danni causati.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli