Italia Markets open in 2 hrs 2 mins

Ue lancia consultazione su revisione Patto di stabilità...-2

Loc

Bruxelles, 5 feb. (askanews) - Le regole attuali del Patto di Stabilità, afferma la Commissione europea "hanno sostenuto la correzione degli squilibri macroeconomici e la riduzione del debito pubblico" complessivo dei paesi Ue dai tempi della crisi economica e finanziaria. Tuttavia, "il debito pubblico rimane elevato in alcuni Stati, e la politica di bilancio a livello dei paesi membri è stata spesso pro-ciclica". Inoltre, "la composizione dei bilanci pubblici non è diventata più favorevole alla crescita", perché "gli Stati membri hanno scelto costantemente di aumentare le spese correnti invece di proteggere gli investimenti".

"La struttura" del quadro normativo "è diventata eccessivamente complessa a causa della necessità di soddisfare un'ampia varietà di circostanze in evoluzione, perseguendo obiettivi multipli. Questo complessità significa che il quadro normativo è diventato meno trasparente e prevedibile, il che rende più difficile comunicarlo e farlo accettare politicamente", riconosce la Commissione.

Inoltre, le regole attuali "non sempre forniscono le stesse conclusioni in termini di conformità, e richiedono quindi un giudizio economico". In particolare, "il quadro normativo fa molto affidamento su variabili che non sono direttamente osservabili e che vengono frequentemente riviste, come 'l'output gap' (la differenza fra 'crescita potenziale' e crescita reale osservata, ndr) e l'equilibrio di bilancio strutturale", e questo "ostacola la possibilità di dare orientamenti politici stabili".

Insomma, "il livello più elevato di sofisticazione del Patto di stabilità e di crescita, mentre mirava a rendere il quadro normativo più adattabile al cambiamento delle condizioni economiche", in realtà "ne ha aumentato la complessità e ridotto la trasparenza". E tutto questo "ha reso difficile" comunicare e far accettare politicamente le regole del Patto.

"In una certa misura - prosegue l'analisi contenuta nella Comunicazione -, queste carenze sono state affrontate dalla Commissione attraverso la maggiore attenzione che ha concentrato sul parametro della spesa pubblica"; un parametro "che fornisce un orientamento politico più stabile e operativo, ed è focalizzato su voci di bilancio direttamente sotto il controllo del governo", rispetto agli indicatori dell'output gap e del bilancio strutturale. (Segue)