Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    41.490,34
    -9.125,86 (-18,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.783,90
    +21,20 (+1,20%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Ue, ministri discutono aumento inflazione, riforma norme budget

·2 minuto per la lettura
Diverse bandiere Ue davanti la sede della Commissione europea a Bruxelles

di Jan Strupczewski

BRUXELLES (Reuters) - I ministri delle Finanze dell'Unione europea discuteranno l'aumento dei prezzi al consumo, l'impatto sui salari e le modifiche desiderate per le norme sul budget del blocco, per sostenere gli investimenti e ridurre il debito.

A ottobre l'inflazione nei 19 paesi della zona euro è avanzata del 4,1% su base annuale, in rialzo dal 3,4% rilevato a settembre. I ministri iniziano a temere che l'aumento possa contribuire a una maggiore crescita dei salari, creando una spirale inflazionistica.

"È stato più rapido del previsto", ha detto un alto funzionario Ue coinvolto nel meeting. "Il 4,1% dovrebbe generare una discussione".

L'incremento è dovuto principalmente al balzo del 23,5% per i prezzi energetici, che - secondo il funzionario - eventualmente calerà anche se probabilmente non ai livelli precedenti alla pandemia di Covid-19.

"Dovremmo tornare a numeri sull'inflazione più favorevoli, ma il processo sarà più lento del previsto e i rischi di una seconda ondata nella formazione salariale sono chiaramente un fattore da prendere seriamente e monitorare", ha detto il funzionario.

La Banca centrale europea, che ha il compito di mantenere l'inflazione al 2% nel medio termine, informerà i ministri. Il capo economista Bce Philip Lane, in un'intervista con il quotidiano spagnolo El Pais, ha reiterato la posizione della banca centrale sulla natura temporanea dell'elevata crescita dei prezzi.

"Riteniamo che il prossimo anno i colli di bottiglia (nella fornitura) diminuiranno e i prezzi energetici caleranno o si stabilizzeranno", ha detto Lane. "L'attuale periodo dell'inflazione è molto insolito, temporaneo e non è un segnale di una situazione cronica", ha aggiunto.

La Commissione europea, che presenterà allo stesso modo la propria idea all'Eurogruppo e che giovedì pubblicherà nuove stime economiche per l'inflazione, ritiene a sua volta che i prezzi al consumo caleranno.

"I prezzi energetici hanno un impatto decisivo in questo aumento dell'inflazione, e il fenomeno sarà temporaneo, probabilmente in calo nella prima metà del prossimo anno", ha detto il Commissario economico Paolo Gentiloni alla stampa prima dell'inizio del meeting.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli