Italia Markets closed

##Ue multa NBCUniversal per comportamenti anticoncorrenziali

Loc

Bruxelles, 30 gen. (askanews) - La Commissione europea ha sanzionato oggi con una multa di 14 milioni e 327.000 euro diverse società appartenenti a Comcast Corporation, tra cui NBC Universal LLC, ("NBCUniversal"), per pratiche anticoncorrenziali nella concessione di licenze e nella distribuzione.

Le società multate avevano limitato la possibilità dei commercianti di vendere prodotti sotto licenza in territori e a clienti diversi da quelli loro assegnati, all'interno dello Spazio economico europeo (See). La decisione dell'Antitrust Ue chiarisce che i proprietari di marchi non possono vietare ai loro licenziatari non esclusivi la vendita in alcuni Stati membri o ad alcuni clienti, o la vendita online.

NBCUniversal è una società statunitense che gestisce reti televisive e società di produzione cinematografica e televisiva in tutto il mondo, e che possiede i diritti di proprietà intellettuale dei personaggi, dei temi, delle immagini e dei loghi dei suoi film. Centinaia di aziende in Europa sono autorizzate, sotto licenza, a fabbricare e vendere prodotti che sfruttano quella proprietà intellettuale: per esempio giocattoli tratti da Jurassic Park, zaini che raffigurano gli omini gialli Minions e tazze con l'orco Shrek, e poi borse, vestiti, scarpe, articoli di cartoleria con questi personaggi. In cambio, i licenziatari pagano a NBCUniversal parte delle loro entrate di vendita, come royalty.

"La nostra indagine ha rilevato che NBCUniversal ha utilizzato questi contratti per stabilire in quali paesi i licenziatari potevano vendere e in quali no. In alcuni contratti, NBCUniversal ha anche limitato la libertà di vendere i propri prodotti online, oppure ha fornito ad alcuni licenziatari un elenco dei clienti a cui erano autorizzati a vendere", escludendo gli altri, ha spiegato la vicepresidente esecutiva della Commissione Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, durante una conferenza stampa oggi a Bruxelles.

"Queste restrizioni - ha proseguito Vestager - significavano che i negozi non potevano scegliere liberamente quali prodotti ordinare da diversi distributori europei. Un grande magazzino in Spagna non poteva vendere pigiami con E.T. (l'extraterrestre del film di Spielberg, ndr), perché al produttore belga di quei pigiami era vietato vendere in Spagna. L'extra-terrestre era riuscito a raggiungere la Terra, ma è stato fermato in Spagna a causa di una restrizione contrattuale. Nel frattempo, un adolescente in Svezia non poteva acquistare online una maglietta con il personaggio del film 'The Big Lebowski' (dei fratelli Coen, ndr). Quindi, a causa di queste restrizioni, i consumatori hanno perso la possibilità di scegliere, magari anche a prezzi più bassi".

In breve, ha sottolineato la vicepresidente della Commissione, "i consumatori, i rivenditori e i licenziatari sono stati privati dei vantaggi del mercato unico".

"Questo comportamento illegale - ha aggiunto - è durato più di sei anni, dall'inizio del 2013, quando NBCUniversal ha aumentato le sue attività di concessione di licenze in Europa, fino a settembre 2019 quando, nel corso della nostra indagine, la società ha notificato a tutti i suoi licenziatari europei che queste restrizioni anticoncorrenziali alle vendite non erano più applicabili".

"NBCUniversal - ha riferito ancora Vestager - ha collaborato con la Commissione durante le indagini. La società ha riconosciuto l'infrazione e ha fornito prove aggiuntive in modo abbastanza tempestivo, e per questo le è stata concessa una riduzione dell'ammenda del 30%".

Quella di oggi è la terza decisione dell'Antitrust Ue relativa a restrizioni di vendite sui prodotti concessi in licenza commercializzati in tutta Europa. "Queste restrizioni alle vendite minano le basi stesse del mercato unico dell'Ue e non possono essere tollerate", ha concluso Vestager.