Italia markets close in 56 minutes
  • FTSE MIB

    22.564,36
    -421,34 (-1,83%)
     
  • Dow Jones

    33.771,44
    -227,60 (-0,67%)
     
  • Nasdaq

    12.737,63
    -227,71 (-1,76%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,81 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    90,96
    +0,46 (+0,51%)
     
  • BTC-EUR

    21.357,05
    -2.127,85 (-9,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    509,20
    -32,40 (-5,98%)
     
  • Oro

    1.765,00
    -6,20 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,0048
    -0,0044 (-0,43%)
     
  • S&P 500

    4.238,26
    -45,48 (-1,06%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.739,32
    -38,06 (-1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8502
    +0,0049 (+0,58%)
     
  • EUR/CHF

    0,9635
    -0,0014 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3053
    -0,0008 (-0,06%)
     

Ue pensa a nuova unità antitrust per norme tecnologiche - fonti

Bandiere dell'Unione europea davanti alla sede della Commissione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea sta valutando la possibilità di creare un nuovo direttorato, che potrebbe essere guidato da due alti funzionari dell'antitrust, per applicare nuove e più severe regole volte a contenere i poteri delle grandi aziende tecnologiche.

Lo hanno riferito due persone a conoscenza della situazione.

Questa mossa potrebbe alleviare i timori che l'autorità Ue per la concorrenza possa faticare a far rispettare il Digital markets act (Dma) a giganti della tecnologia come Google, Amazon, Apple, Meta e Microsoft.

Le regole fondamentali, concordate a marzo, entreranno in vigore l'anno prossimo. Esse impediranno alle aziende di impostare i propri prodotti come standard di base, di obbligare gli sviluppatori di app a utilizzare i loro sistemi di pagamento e di sfruttare i dati degli utenti per promuovere servizi concorrenti.

Il nuovo direttorato del potente braccio antitrust della Commissione potrebbe essere guidato da Alberto Bacchiega, direttore dell'informazione, della comunicazione e dei media, responsabile dei casi di antitrust e di fusione che coinvolgono le industrie tecnologiche, dei media e dell'elettronica di consumo.

Bacchiega potrebbe essere assistito anche da Thomas Kramler, capo dell'unità che si occupa dei casi di antitrust nel settore dell'e-commerce e dell'economia dei dati e che attualmente dirige le indagini su Apple e Amazon, ha detto una delle fonti.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli