Italia markets close in 7 hours 57 minutes
  • FTSE MIB

    26.648,99
    +77,26 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    35.677,02
    +73,92 (+0,21%)
     
  • Nasdaq

    15.090,20
    -125,50 (-0,82%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • Petrolio

    84,45
    +0,69 (+0,82%)
     
  • BTC-EUR

    53.806,87
    +1.231,85 (+2,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.453,34
    -49,70 (-3,31%)
     
  • Oro

    1.799,10
    +2,80 (+0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1659
    +0,0014 (+0,12%)
     
  • S&P 500

    4.544,90
    -4,88 (-0,11%)
     
  • HANG SENG

    26.125,29
    -1,64 (-0,01%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.189,62
    +0,81 (+0,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    -0,0017 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0687
    +0,0019 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4390
    -0,0005 (-0,03%)
     

Ue, richiedenti asilo più che raddoppiati in primavera - Eurostat

·1 minuto per la lettura
Degli officiali di polizia passano accanto a un gommone utilizzato dai migranti a Wimereux,

(Reuters) - Il numero di richiedenti asilo nell'Unione europea è più che raddoppiato nei mesi primaverili, secondo un rapporto Eurostat pubblicato oggi.

Circa 103.900 persone hanno presentato per la prima volta una richiesta di protezione internazionale nei pesi Ue tra aprile e giugno di quest'anno, un aumento del 115% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Delle persone arrivate in questi 3 mesi circa il 20% sono siriani -- di gran lunga il gruppo più numeroso -- seguiti dagli afghani con il 13% e dai pakistani con il 4%.

Il numero di bambini non accompagnati che hanno fatto domanda di asilo è cresciuto di circa il 20% raggiungendo quota 4.240. La maggior parte dei minori ha fatto richiesta in Belgio, Austria e Germania.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli